Shopping solidale per aiutare i bambini fragili

Tutto pronto per la 23esima edizione del mercatino “Vintage e non” di Antoniano Insieme: dal 10 al 13 ottobre sarà possibile “indossare” la solidarietà.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Un mercatino solidale per aiutare i bimbi con fragilità fisiche e cognitive a superare i momenti difficili e a costruire un futuro più sereno. Dal 10 al 13 ottobre, in occasione della 23esima edizione dell’iniziativa “Mercatini Vintage e non”, la Sala Mostre "Anna Rangoni" dell’Antoniano di Bologna (via Guinizelli, 3) si trasformerà in uno speciale temporary shop benefico, dove arricchire il proprio guardaroba e rinnovare la propria casa facendo del bene. L’intero ricavato del mercatino – aperto dalle 10 alle 18.30 – sarà, infatti, utilizzato per donare ore di supporto riabilitativo specialistico ai piccoli pazienti del centro terapeutico "Antoniano Insieme", che da oltre 30 anni aiuta i bambini con fragilità e sostiene le loro famiglie. Il centro terapeutico “Antoniano Insieme”, in particolare, ogni anno segue più di 400 bambini, occupandosi di psicologia, neuropsichiatria infantile, logopedia, fisioterapia, psicomotricità e musicoterapia ed erogando oltre 6mila ore di terapia specializzata. «Grazie al mercatino “Vintage e non”, fortemente voluto dalle socie di Antoniano Insieme, la seconda vita di un abito può donare ore di terapia a bambini che hanno bisogno di trovare la loro strada per crescere e per ridare alle loro famiglie un nuovo senso, una nuova vita, una nuova ricchezza», sottolinea il direttore sanitario del centro terapeutico “Antoniano Insieme” Annarosa Colonna. «Questa iniziativa solidale – aggiunge – sostiene, infatti, le famiglie più bisognose, permettendo loro di accedere a cure che, senza un aiuto, non potrebbero permettersi». Tutti i cittadini sono invitati a partecipare all’iniziativa.

Torna su
BolognaToday è in caricamento