Cesvi cerca volontari per l’iniziativa “Impacchettiamo un sogno”

Cesvi ripropone l’iniziativa “Impacchettiamo un sogno” e cerca volontari per aiutare i bambini in Italia, attraverso i Centri che restituiscono il sorriso.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Bologna, 21 novembre 2019 - Cesvi ripropone l’iniziativa “Impacchettiamo un sogno” e cerca volontari per confezionare pacchetti regalo in occasione del Natale, in oltre settanta punti vendita in Italia. Durante il periodo delle feste Cesvi ha bisogno dell’aiuto di tante persone per realizzare un’importante raccolta fondi a sostegno dei progetti di tutela dell’infanzia in Italia; l’organizzazione umanitaria fondata a Bergamo nel 1985 si occupa da molti anni di portare avanti attività di child protection nelle aree più critiche del mondo, dove salute, benessere e sicurezza dei bambini sono gravemente a rischio. Ma il problema della condizione dei bambini riguarda sempre di più anche l’Italia, dove 1,2 milioni di bambini vivono in povertà assoluta. Non hanno opportunità di giocare, praticare sport e migliorare le proprie conoscenze, capacità relazionali e in generale le proprie condizioni rispetto alla famiglia di origine. La povertà in questi contesti non è solo materiale ma soprattutto educativa, relazionale ed affettiva. Per rovesciare questa prospettiva, partendo dall’esperienza maturata in anni di lavoro con i bambini delle Case del Sorriso sparse in tutto il mondo, Cesvi ha deciso di intervenire anche in Italia attraverso percorsi educativi e di sostegno all’infanzia che generano un cambiamento culturale che vede i bambini protagonisti del loro percorso di vita e riscatto e restituisca loro il sorriso; per questo dal 2017 la fondazione ha deciso di intervenire anche nel nostro Paese, con un programma per il contrasto ai fenomeni di trascuratezza, maltrattamento e abuso ai danni di bambini e adolescenti in quattro città: Bergamo, Napoli, Roma/Rieti e Bari. I fondi raccolti grazie alla preziosa opera dei volontari a Natale sono destinati ai Centri che restituiscono il sorriso, dove proteggere i bambini e aiutare le loro mamme con attività scolastiche e ludico-creative, corsi di genitorialità positiva e supporto psicologico. Cesvi cerca volontari in diverse città italiane, tra cui Bologna, che si occupino di confezionare pacchetti regalo presso il punto vendita Mondadori Bookstore in via D’Azeglio 34. «Lo scorso anno ho deciso di aderire all’iniziativa - dice Elisa, volontaria Cesvi; è stato bello dedicare il mio tempo per una causa importante e condividere con altre persone il desiderio di cercare nei piccoli gesti l’autentico valore della vita». Le persone interessate possono candidarsi per tutti i giorni del mese di dicembre. In particolare, occorrono volontari durante i fine settimana e i giorni immediatamente precedenti il Natale. Per informazioni e candidature chiamare il numero 035.2058058 oppure scrivere all’indirizzo volontari@cesvi.org, indicando nome, cognome e numero di cellulare. A questo link è disponibile la mappa con tutti i punti vendita coinvolti: https://tinyurl.com/vtghowy Cesvi è un’organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente, nata a Bergamo nel 1985. Presente in 20 Paesi, opera in tutto il mondo per supportare le popolazioni più vulnerabili nella promozione dei diritti umani, nel raggiungimento delle loro aspirazioni e per lo sviluppo sostenibile. Nel complesso scenario legato ai flussi migratori, Cesvi è impegnato sia nei Paesi di origine, transito e interessati dalla migrazione sud-sud sia in Italia, nella consapevolezza che accanto a strumenti di mitigazione servano anche interventi di sviluppo. Nel nostro Paese, in particolare, realizza progetti per l’integrazione e l’inclusione socioeconomica dei minori stranieri non accompagnati. Cesvi promuove inoltre campagne di sensibilizzazione per incoraggiare la cultura della solidarietà mondiale. Premiato tre volte con l’Oscar di Bilancio per la sua trasparenza, è parte del network europeo Alliance2015.

Torna su
BolognaToday è in caricamento