Città accessibili: Alleanza cooperative italiane di Bologna aderisce all'appello per la candidatura di Bologna al premio europeo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

L'Alleanza delle cooperative italiane di Bologna ha aderito all'appello di Marco Lombardo, assessore alle Attività Produttive del Comune di Bologna, per una candidatura collettiva della città di Bologna al Premio Europeo delle Città accessibili. In una lettera lettera inviata all'assessore, la presidenza dell'Alleanza delle cooperative italiane di Bologna ha chiarito le ragioni della propria adesione: "La cooperazione bolognese lavora da sempre sulle tematiche dell'inclusione sociale delle persone con più fragilità, con una concezione ampia del concetto legato alla disabilità. Per questo condividiamo l'approccio di una candidatura collettiva che coinvolga tutta la comunità bolognese in modo trasversale". Per i cooperatori bolognesi resta centrale il tema dell'inclusione lavorativa delle persone con disabilità, da favorire anche con meccanismi premianti nelle gare pubbliche. "Anche il tema della dignità e del riscatto della persona attraverso il lavoro - si legge nella lettera - è un argomento a noi caro, che riguarda una responsabilità sociale del mondo imprenditoriale nel suo insieme e di tutti gli enti pubblici attraverso la leva strategica degli appalti, capaci, con l'utilizzo delle clausole sociali, di premiare chi concretamente opera nella direzione dell'inclusione lavorativa di persone con fragilità".

Torna su
BolognaToday è in caricamento