Cotabo con i familiari per la commemorazione delle vittime della strage del 2 agosto

Le iniziative dei tassisti bolognesi per il 39° anniversario della strage alla stazionePremiato dal Presidente Mattarella un progetto scolastico sostenuto da CotaboIl presidente Carboni: "Lo sforzo maggiore per la memoria della strage va fatto verso i giovani, che hanno un legame sempre più labile con il passato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

In occasione delle commemorazioni per il trentanovesimo anniversario della strage alla stazione del 2 agosto '80, Cotabo promuove diverse iniziative per ricordare le 85 vittime, tra le quali due tassisti in servizio nel piazzale della stazione: Francesco Betti e Fausto Venturi. Questo il programma delle iniziative che vedranno impegnata Cotabo e delegazioni di tassisti associati alla cooperativa. Alle 9:15, come ogni anni saranno quattro taxi Cotabo ad aprire il corteo che parte da via Indipendenza per raggiungere la stazione centrale. Alle 10.25 del 2 agosto, il personale in servizio nella sede della cooperativa osserverà un minuto di silenzio. Alle 11, dal parco della Montagnola, partirà un corteo di podisti e tassisti diretto alla sede di Cotabo, in via Stalingrado 61. Alle 11.30 ritrovo dei tassisti nel parcheggio davanti alla sede per la deposizione di corone di fiori al cippo che ricorda i tassisti caduti nella strage. Alla cerimonia di commemorazione interverranno: il presidente di Cotabo, Riccardo Carboni; esponenti dell'Associazione dei familiari delle vittime della strage del 2 agosto e rappresentanti di Comune di Bologna, Città Metropolitana e Regione Emilia-Romagna. A seguire il tradizionale rinfresco nella sede della cooperativa con i vigili urbani del reparto motociclisti di Bologna. Cotabo, inoltre, partecipa da undici anni al triangolare di calcio in onore delle vittime, che si tiene il 2 agosto, alle ore 18, al centro sportivo Pallavicini. Cotabo è da sempre impegnata per il ricordo delle vittime ed è al fianco dei familiari delle vittime nella ricerca di una piena verità e giustizia. L'impegno di Cotabo, negli anni, si è concentrato sull'importanza di tramandare la memoria della strage ai giovani. L'ultimo progetto sostenuto dalla cooperativa è Tracce di Memoria - E-vento di Libreccia: un progetto realizzato dall'Istituto Comprensivo di Rastignano, che ha ottenuto un riconoscimento dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Il nostro impegno per la memoria è sempre andato oltre i pur importanti momenti commemorativi. Lo sforzo maggiore va fatto verso i giovani: a loro dobbiamo far conoscere cosa è stato, sono loro che dovranno aiutarci a tramandare la memoria della peggiore strage avvenuta in tempo di pace - dichiara il presidente di Cotabo, Riccardo Carboni - Non sono mancati e non mancheranno i tentativi di depistare, di accreditare improbabili piste investigative: dobbiamo tenere alta la guardia per difendere la memoria e le verità acquisite, soprattutto in una fase storica in cui viviamo un eterno presente con un labilissimo legame con il passato. Faremo la nostra parte, stando dalla parte dei familiari delle vittime, per il ricordo degli 85 morti, per la verità e la giustizia".

Torna su
BolognaToday è in caricamento