Pezzi di ricambio, lavori in corso per mega-magazzino Ducati-Lamborghini

11 ettari di struttura logistica. Oltre ad essere in posizione strategica rispetto alle sedi di Ducati e Lamborghini, il P3 Logistic Park e' anche vicino all'aeroporto dal quale partono la maggior parte delle spedizioni

Sei mesi di lavori ed è pronto il nuovo centro di stoccaggio e distribuzione delle parti di ricambio originali di Lamborghini e Ducati, il P3 Logistic Park.

Si trova a Sala Bolognese e occupa un'area di circa 11 ettari, che comprende 5.000 metri quadrati per eventuali ampliamenti futuri. Altri tre ettari potranno poi essere destinati a nuovi progetti per altre imprese.

Il magazzino utilizza diverse tecnologie ecosostenibili: illuminazione led, isolamento termico e pannelli solari sul tetto in grado di riscaldare l'acqua negli uffici e alimentare i sistemi di riscaldamento e raffreddamento.

Oltre ad essere in posizione strategica rispetto alle sedi di Ducati e Lamborghini, il P3 Logistic Park è anche vicino all'aeroporto dal quale partono la maggior parte delle spedizioni. La via su cui sorge il nuovo stabilimento è stata intitolata a Ferruccio Lamborghini e Antonio Cavalieri Ducati.

"Lamborghini e Ducati- ha sottolineato il sindaco della Città metropolitana di Bologna, Virginio Merola, durante la cerimonia di inaugurazione svoltasi ieri- solo lo scorso anno hanno realizzato, rispettivamente, oltre 1 miliardo e più di 730 milioni di euro di fatturato, dando lavoro a 2.900 dipendenti in tutto il mondo e rappresentano il cuore della motor valley emiliana conosciuta in tutto il mondo. Lo stabilimento che oggi inauguriamo è stato realizzato anche perché questo sistema territoriale è stato in grado di rispondere in modo tempestivo alle esigenze delle aziende". Come è avvenuto per altre piccole e grandi imprese che si sono recentemente insediate nel territorio bolognese, ricorda Merola, "l'area su cui sorge questo nuovo stabilimento è una delle 14 aree industriali che abbiamo pianificato a livello metropolitano e che abbiamo predisposto per rendere semplice e veloce l'iniziativa imprenditoriale".

Il progetto a Sala prevede anche la costruzione di una pista ciclabile per collegare il centro abitato e la stazione Sfm di Osteria nuova con l'area industriale, mentre con la nuova Intermedia di pianura sarà possibile migliorare la viabilità di collegamento con le grandi arterie stradali della Persicetana, della Trasversale e della rete autostradale. Inoltre verrà costruita una rotonda sulla Trasversale di pianura riducendone la congestione, grazie alle risorse generate da questo nuovo insediamento.

"Nel 2005 la scelta della Provincia di Bologna e dell'Unione Terre D'Acqua di creare in questa posizione strategica l'Apea, su cui ora sorge questo importante hub logistico, è stata lungimirante", conclude il sindaco di Sala Bolognese, Emanuele Bassi. (Vor/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Esce di strada, l'auto finisce nel canale: c'è un morto

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento