Luoghi cuore Fai: antiche terme di Porretta sul podio nazionale

Il concorso del fondo ambiente italiano premia con dei fondi i luoghi più votati. Superate le altre opzioni bolognesi, come i Prati di caprara

Non la svolta, ma sicuramente un importante riconoscimento. Le antiche terme di Porretta sono il terzo luogo del cuore Fai, podio a livello nazionale. E' il risultato del concorso 'I luoghi del Cuore' che il Fai - Fondo ambiente italiano ha avviato lo scorso anno e che sono arrivati a conclusione proprio in questi giorni.

Le antiche terme di Porretta, stabilimento in stile liberty cadiuto in abbandono dopo la costruzione del complesso più moderno, sono state selezionate a colpi di click da tutti gli italiani ricevendo 75.740 preferenze.

Tradotto in contributi per la sua ristrutturazione, il premio significa una cifra poco più che simbolica -30mila euro- ma significativa assieme alla visibilità del luogo per avviare ulteriori progetti di restauro.

Avanti alle terme di Porretta solo i boschi di Calci e icopisano (Pisa) distrutti dagli incendi di questa estate  -primo posto con 114670 voti- e il fiume Oreto di Palermo -secndo con 83.138 voti.

Distanziati, anche se questi utlimi con un buon piazzamento, sono stati i Prati di Caprara, l'area ex militare del quartiere Porto candidata a essere bosco urbano, che ha raccolto la invidiabile cifra di 17.727 preferenze.

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Maltempo e grandine, Caliandro: 'Il Governo risarcisca i danni alle auto private'

Torna su
BolognaToday è in caricamento