Prati di Caprara Est, il Comune va avanti: 'Ci sarà verde, ma bonifica necessaria"

L'assessore Barigazzi risponde in Question Time alle domande sollevate da diversi comitati di genitori delle scuole, dopo l'invio della lettera del Sindaco. Sui disboscamenti è fumata nera

Continua il braccio di ferro tra l'amministrazione comunale e alcuni residenti sull'area verde dei Prati di Caprara. Dopo la lettera inviata dal sindaco alle famiglie nei dintorni dell'area -azione che ha sollevato qualche polemica poiché veicolata attraverso la distribuzione di volantini nelle aule delle scuole limitrofe- e dopo che diversi comitati di genitori avevano espresso dubbi nel merito del disboscamento di un area verde, è l'assessore Giuliano Barigazzi a confermare le intenzioni della giunta sull'area in questione. Barigazzi interviene in risposta a un quesito della consigliera 5 stelle Elena Foresti, durante il Question Time a Palazzo D'Accursio.

"Dal 15 settembre ridaremo quindi vita al Laboratorio di urbanistica partecipata per discutere, assieme alle cittadine e ai cittadini interessati, come realizzare il grande parco urbano che, nelle mie intenzioni, potrebbe superare i 20 ettari indicati nel Poc. Un Laboratorio che sia un luogo di discussione e anche di trasparenza dove il Comune metterà a disposizione la documentazione in suo possesso e si doterà di un garante del percorso, una figura terza che possa tutelarne l’imparzialità".

Sul fatto che però prima si renda indispensabile il sondaggio dell'area per procedere alla bonifica dei terreni, con conseguente disboscamento, Barigazzi è categorico: "Non è nostra intenzione coprirci dietro le decisioni già prese, però è nostro dovere informarvi su cosa un’amministrazione debba necessariamente fare. La bonifica, prima bellica e poi ambientale, rientra tra queste azioni necessarie. E’ ragione questa, non sentimento, come abbiamo ribadito in Consiglio Comunale di fronte ai cittadini che si battono perché quell’area rimanga così com’è". Barigazzi ha anche aggiunto che il fondo Invimit (proprietario dell'area, ndr) ha aassicurato di avere i fondi necessari per procedere "caratterizzazione dei suoli", termine tecnico che significa studiare il terreno per vedere cosa c’è.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento