San Lazzaro: conferita la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Il consiglio comunale ha votato all'unanimità la mozione presentata dai consiglieri del centrosinistra unito

La mozione è stata votata all'unanimità e il Consiglio comunale di San Lazzaro ha conferito la cittadinanza onoraria a Liliana Segre: mozione presentata dai consiglieri del centrosinistra unito.

 "Sopravvissuta ai campi di concentramento, dove fu deportata all’età di 13 anni, Liliana Segre si è contraddistinta per il suo impegno “nel promuovere campagne per i diritti umani volte alla rimozione di qualunque forma di discriminazione e al pieno rispetto della Costituzione Italiana - legge nella mozione - e per la pacatezza e il rispetto sempre mostrati nello svolgimento delle sue attività di testimonianza storica, anche nei confronti delle persone che l’hanno fatto aggotto di aggressioni verbali e di minacce, a tal punto violente da aver comportato l’assegnazione di una scorta”.

Nello stesso pomeriggio di ieri, anche i piccoli consiglieri del Consiglio Comunale dei Ragazzi, riunitosi per l’elezione del nuovo sindaco, avevano fatto richiesta all’Amministrazione di conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, con una bellissima lettera in cui i piccoli consiglieri hanno espresso la volontà “di averla qui a San Lazzaro come cittadina e nonna di tutti noi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un impegno subito raccolto dalla sindaca Isabella Conti: “Liliana Segre è un modello per voi ragazzi, ma anche per noi adulti. Era poco più grande di voi, aveva 13 anni, quando è stata deportata ad Auschwitz, privata dei suoi diritti e dell’affetto della sua famiglia. Nonostante Liliana abbia vissuto indicibili sofferenze, non ha mai ceduto alla rabbia e alla violenza, trasformando il suo dolore in preziosa testimonianza e diventando un esempio di rispetto, perdono e forza. Le dobbiamo molto e come sindaca farò il possibile per averla qui a San Lazzaro e conferirle personalmente la cittadinanza onoraria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 2 luglio: metà dei nuovi contagi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento