Coronavirus: visite ambulatoriali della Guardia Medica solo dopo contatto telefonico

Per evitare contagi e assembramenti è necessario prima chiamare il medico della continuità assistenziale, che tramite una prima valutazione deciderà il da farsi

In vista dell'emergenza Coronavirus, e al fine di limitarne la diffusione,  da oggi, 7 marzo 2020, le visite ambulatoriali della Continuità Assistenziale   solo dopo contatto telefonico. 

Attraverso una nota l'Ausl comunica: "Per contenere il contagio ed evitare gli assembramenti - si legge -  per accedere agli ambulatori della Continuità Assistenziale è necessario telefonare preventivamente allo 051 3131, per una prima valutazione delle eventuali condizioni di salute del paziente e di possibile rischio infettivo. Sarà il medico di Continuità Assistenziale ad ammettere il paziente in ambulatorio , ed ad effettuare le attività necessarie".

La Continuità Assistenziale è attiva:

  •  tutti i giorni dalle 20 alle 8
  • sabato, domenica e festivi dalle 8 alle 20
  • i giorni prefestivi dalle 10 alle 20.

Coronavirus: assistenza telefonica per 2.500 anziani, over 75 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 29 marzo: contagi +736, altri 99 morti

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento