Parola all'avvocato

Parola all'avvocato

Vacanze ed imprevisti: una breve guida per saperne di più

Come comportarsi in caso di ritardo aereo? E se l’albergatore smarrisce i bagagli? Durante le vacanze un imprevisto può sempre capitare. Ecco una breve rassegna delle più recenti decisioni dei giudici per sapere cosa si può fare e come tutelarsi

Bagaglio smarrito: chi è responsabile?

In caso di trasporto di persone e bagagli, è responsabile il vettore per lo smarrimento delle cose consegnategli per il trasporto, fino al momento di cosegna al destinatario. Ciò vale anche se il trasportatore si sia avvalso di un’altra impresa per i servizi di assistenza a terra (vettore operativo): si tratta infatti di un unico contratto stipulato dal viaggiatore con il vettore. Se quindi il bagaglio viene smarrito nella fase in cui è affidato al vettore operativo, il viaggiatore può agire nei confronti della compagnia aerea che risponderà del fatto commesso dal proprio ausiliario e dovrà risarcire il danno causato dalla perdita della valigia (Cassazione, ordinanza 2544/2019).

Cos’è il danno da vacanza rovinata?

Si tratta del danno non patrimoniale risarcibile previsto espressamente dalla direttiva europea 90/314/CEE, nonchè in applicazione dell’art. 2059 del c.c.. Deve essere valutato dal giudice sulla base dei principi generali di correttezza e buona fede, sull’importanza del danno bilanciando da una parte il principio di tolleranza di lesioni minime e dall’altra la condizione concreta delle parti. Ad esempio, nel caso di smarrimento del bagaglio, si potrà chiedere il risarcimento del danno? Certamente, e sarà il giudice a valutare la gravità di tale evento, prendendo in considerazione tutti gli elementi concreti. Risarcibile anche il danno conseguente alla lesione dell’interesse del turista di godere pienamente del viaggio organizzato come occasione di riposo e di piacere (Tribunale di Roma, sent. 14/02/2019). Ovviamente però il turista dovrà fornire la prova di quanto affermato.

Pacchetto turistico e imprevisti: posso chiedere risarcimento al Tour Operator che ha venduto la vacanza?

Sì. Non solo. La responsabilità del tour operator opera anche nel caso in cui il danno al turista sia conseguenza di un comportamento colposo di un altro soggetto, ad esso terzo, come ad esempio un tassista, qualora quel trasferimento in taxi sia compreso nel pacchetto di viaggio venduto dall’operatore. Infatti, sussiste la responsabilità dell’organizzatore di viaggi proprio perché nell’affidare a soggetti terzi i servizi previsti nel pacchetto, egli assume il rischio che questi siano inadempienti e nei confronti del cliente saranno gli unici responsabili del fatto colposo verificatosi (Tribunale Ancona, 897/2018 conforme a Cass. 22619/2012).

Ritardo aereo: posso chiedere il risarcimento del danno da vacanza rovinata alla compagnia?

Sì, ma l'acquirente del biglietto aereo che chieda la condanna dell'agente di viaggi al risarcimento del danno non patrimoniale da "vacanza rovinata" ha l'onere di allegare gli elementi di fatto dai quali possa desumersi l'esistenza e l'entità del pregiudizio, in base alla disciplina codicistica del risarcimento del danno da inadempimento contrattuale (Cass. 12143/2016).

Ritardo aereo: risarcimento?

Sì, ma ovviamente la quantificazione del risarcimento dipende dalla lunghezza del volo e dalle ore di ritardo in forza di quanto previsto dal regolamento 261/2004. Così, ad esempio, si potrà ottenere un risarcimento nel caso di ritardo superiore alle tre ore per un viaggio di almeno 1500 km.

La compagnia aerea può negare il risarcimento del danno?

Sì. Il vettore è liberato dal suo obbligo di compensazione pecuniaria se dimostra che la cancellazione o il ritardo del volo sono dovuti a circostanze eccezioni che non si sarebbero potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso (Corte giustizia Unione Europea Sez. IV, 26/06/2019, n. 159/18).

Falò in spiaggia: chi risarcisce le ustioni dovute ai carboni abbandonati?

Il Comune è tenuto al risarcimento dei danni subìti da un privato in conseguenza delle ustioni riportate dopo essersi seduto su un tratto di spiaggia in cui erano state nascoste le braci ardenti residuate da un falò acceso la sera precedente da persone ignote. Ciò poiché i danni erano stati causati dalla condotta della pubblica amministrazione che non aveva pulito l’arenile dai rifiuti (Cass. 7362/2019).

Animali in spiaggia: aree dedicate ai cani?

Secondo la giurisprudenza più recente, sta alle amministrazioni comunali provvedere ad individuare, con apposite norme, aree dedicate all’accoglimento dei cani lungo l’arenile, nel rispetto di quanto prescritto in tema di condizioni igieniche e della collettività (TAR Liguria Genova, 117/2018).

Ingresso vietato ai cani per tutta la stagione: legittimo?

No. L’amministrazione comunale non può vietare, per tutta la durata della stagione balneare, di condurre nelle spiagge libere gli animali, anche se sorvegliati e muniti di museruola e guinzaglio (TAR Lazio Latina, 176/2019).

Lesioni a causa di tuffi in piscina: quando il gestore è responsabile?

Ai fini della responsabilità per i danni subiti dall'utente di una piscina in esito ad un tuffo, rileva una circostanza fondamentale, ossia se il gestore abbia omesso di segnalare con mezzi idonei la profondità dell'acqua e di apporre un esplicito cartello per vietare i tuffi dove l'acqua è bassa. È irrilevante che tali obblighi non siano previsti da norme primarie o secondarie, né da regole elaborate dagli organismi sportivi di riferimento: se gli avvisi non c’erano, il gestore sarà responsabile (Cass. 5086/2011).

Oggetti smarriti in albergo

L’albergatore è responsabile non solo delle cose dategli in consegna, ma anche di quelle lasciate all’interno dell’hotel o nei locali di sua pertinenza, in quanto la responsabilità dell’albergatore sorge per il solo fatto dell’introduzione, da parte del cliente, delle cose nell’albergo. Sarà quindi l’albergatore a dover fornire la prova liberatoria per scongiurare la condanna al risarcimento del danno al cliente (Tribunale di Milano, 4074/2019).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non solo massaggi al centro estetico: blitz dei Carabinieri a Pianoro

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

  • 130 kg di droga sequestrati, raffica di arresti: base logistica a Castel Maggiore

  • Bolognina, chuso forno in via Tibaldi

  • Corticella: perde conoscenza sul bus 27, poi gli insulti e le minacce

Torna su
BolognaToday è in caricamento