Lavoratori in trasferta ‘spingono’ locazioni a Castel Maggiore e Argelato

Secondo un’analisi di Solo Affitti, nei comuni dell’area metropolitana di Bologna i canoni di locazione sono cresciuti del 5% negli ultimi due anni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Tra il 2017 e i primi mesi del 2019 i canoni di locazione ad Argelato e Castel Maggiore sono aumentati del 5%, grazie alla crescente domanda di case in affitto da parte dei lavoratori in trasferta. È quanto emerge da un’analisi sul mercato delle locazioni nei comuni dell’hinterland bolognese realizzata da Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nella locazione con 300 agenzie in Italia. “Castel Maggiore, Argelato e la frazione di Funo – spiega Annarita Lopatriello, titolare dell’agenzia Solo Affitti di Argelato – hanno vissuto negli ultimi 5 anni una forte fase di rilancio economico e sociale, che ha avuto un forte impatto anche sul mercato immobiliare della zona. La crescita occupazionale di Interporto e Centergross, unita ai migliori collegamenti alla città di Bologna, hanno reso queste zone di particolare interesse non solo per lavoratori in trasferta e famiglie ma anche per chi preferisce vivere appena fuori Bologna per risparmiare sul costo dell’affitto”. A Funo i canoni di locazione per mono e bilocali variano tra gli 8 e i 10 euro al mq mentre il prezzo richiesto per i trilocali e quadrilocali è compreso tra i 7 e i 9 euro al mq. Secondo l’analisi di Solo Affitti, il costo dei monolocali di Castel Maggiore oscilla tra i 10 e i 12 euro al metro quadro mentre per gli appartamenti con due o tre stanze non si superano gli 11 euro al mq. Quotazioni più convenienti per gli immobili con 4 camere, il cui costo varia tra gli 8 e i 9 euro/mq. Il risparmio sui prezzi di locazione diventa più interessante per chi cerca casa in affitto ad Argelato: si va dagli 8,5 -10,5 euro/mq dei monolocali ai 6,5-7,5 euro/mq dei quadrilocali. “Abbiamo riscontrato – continua Annarita Lopatriello – una maggiore richiesta per le zone di Funo e Castel Maggiore, proprio per la vicinanza ai distretti economici e occupazionali dell’Interporto e Centergross. Se Argelato si posiziona come zona maggiormente economica, Funo è, secondo la nostra analisi, quella con il miglior rapporto qualità-prezzo”. Il contratto a canone concordato, che consente agli inquilini di pagare un prezzo d’affitto calmierato e ai proprietari di beneficiare di vantaggi fiscali (cedolare secca al 10% e IMU ridotta) è molto utilizzato sia a Castel Maggiore sia ad Argelato. Nelle zone della provincia nord di Bologna, monitorate dall’agenzia di Solo Affitti di Argelato, tra proprietari e inquilini sono stati rilevati tassi di litigiosità particolarmente contenuti e non legati a specifiche problematiche. Sono, infatti, sempre più utilizzati gli strumenti di protezione dell’affitto, come Affitto Sicuro, che garantisce al proprietario il pagamento dei canoni di locazione in caso di morosità e offre all’inquilino il rimborso delle spese per l’intervento urgente di idraulici, elettricisti e altri artigiani.

Torna su
BolognaToday è in caricamento