Bologna nel 2018: cosa ci riserva il nuovo anno

La partenza del People Mover, il restauro di Salaborsa, le Amministrative nei comuni di Imola e Camugnano, il via al "Piano Periferie", l'arrivo di grandi come Katy Perry, Chemical Brothers e Anastacia

Archiviato il 2017, che ricorderemo a Bologna per essere stato l'anno della visita di Papa Francesco e di "Igor il Russo", ma anche di almeno altre 10 buone notizie del 2017, lasciamo spazio al 2018. Non possiamo fare vaticini sul nuovo anno (anche se abbiamo fatto l'oroscopo ai protagonisti della città), ma possiamo certamente conoscere fin d'ora quelli che saranno i principali eventi che interesseranno la nostra città nelle prossime 52 settimane. 

100 MILIONI DI EURO NELLE OPERE

Il Comune di Bologna ha annunciato maggiori risorse per le priorità del mandato, cento milioni di opere solo nel 2018. Prosegue anche quest'anno l'azione di riqualificazione e controllo della spesa per orientare le risorse comunali verso le nuove priorità del mandato amministrativo 2016-2021.

Nel bilancio sono finanziati 220 milioni di euro di opere pubbliche nel triennio 2018-2020, di cui oltre cento milioni solo nel 2018 (più che raddoppiati rispetto alla media di 50 milioni degli anni precedenti). Il programma dei lavori pubblici, dopo l'approvazione all'inizio di ottobre, è ritornato in giunta per essere poi inviato all'approvazione del Consiglio: per il primo anno, il programma è legato a doppio filo al bilancio poiché tutti gli interventi previsti nell'elenco possono essere concretamente finanziati.

PIANO PERIFERIE

A farla da padrone, nell'elenco dei lavori pubblici, c'è il Piano Periferie: il 2018 infatti è l'anno in cui si formalizzeranno tutti i rapporti contrattuali che derivano dai 18 milioni di euro del Piano, tra cui figurano due tra gli obiettivi principali dell'operazione, ovvero la riqualificazione dell'ex parcheggio Giuriolo (8,1 milioni per trasformarlo nella nuova sede dei laboratori di restauro, delle aree didattiche, degli spazi espositivi dell'archivio conservativo della Cineteca di Bologna) e la riqualificazione di parte del Pilastro. 

FONDI CREDITI

Nel 2018 saliranno all'85% i Fondi crediti di dubbia esigibilità (rispetto al 70% del 2016): entro il 2019 la cifra raggiungerà il 100%. Sono poi sostanzialmente confermate le risorse dedicate alla locazione di immobili che ospitano uffici e servizi comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento