Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Successo per i Burattini a Palazzo: 3.600 spettatori nel Cortile d'Onore

Ultimi due spettacoli il 29 agosto e il 3 settembre: il "Barbiere di Siviglia" e "E partì la fiumana"

 

Burattini a Bologna con Wolfango, la ressegna dedicata ai burattini, piace ai bolognesi e dallo scorso 20 giugno si contano già 3.600 spettatori. Un traguardo importante per gli organizzatori, che in conferenza stampa hanno presentato le ultime due date in programma il 29 agosto e il 3 settembre.

"Siamo onorati di poter concludere questa avventura estiva - afferma il direttore artistico Riccardo Pazzaglia - constatando ancora una volta che i burattini classici, che hanno reso unica la nostra città nei secoli passati, sono ancora tanto apprezzati. E questo non solo dai cittadini - aggiunge - intervenuti in massa agli spettacoli godendo delle candide buffonerie di Fagiolino e Sganapino, ma anche dai tantissimi turisti".

La rassegna si svolge nella Corte d'onore del Comune e l'assessore alla Cultura, Matteo Lepore, è soddisfatto della riuscita dell'evento e punta a ripeterlo: "È un appuntamento che intendiamo mantenere e vogliamo che cresca. C'è stato un grande successo di partecipazione, con tantissime famiglie e siamo molto felici di aver riportato i burattini a Palazzo".

Gli spettacoli

Gli ultimi due appuntamenti si svolgeranno giovedì 29 agosto e poi il 3 settembre. Dopodomani toccherà al "Barbiere di Siviglia", con la partecipazione del Gruppo ocarinistico budriese. Chiuderà la rassegna lo spettacolo "E partì la fiumana", incentrato sulla figura del pittore Giuseppe Pellizza da Volpedo, autore del celebre dipinto "Il quarto stato".

"Lo spettacolo ripercorrerà la storia di questo quadro e un po' della storia d'Italia", anticipa l'autore Romano Danielli. Si parlerà anche delle cannonate di Bava Beccaris sulla folla milanese: episodio storico a cui sono legate le polemiche nate a Bologna, di recente, per la decisione di ricollocare sulla facciata del Comune le statue dedicate a Umberto I, che premiò il generale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento