Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Nodo di Casalecchio, al via bonifiche belliche: "Si parte coi lavori" \VIDEO

La Porrettana sarà interrata fino a Borgonuovo, poi la ferrovia: sparirà infatti anche il passaggio a livello

 

Il cantiere del Nodo di Casalecchio porterà all'interramento sia della statale Porrettana fino a Borgonuovo sia della linea ferroviaria e il primo stralcio, quello nord, del valore di 160 milioni di euro, ha preso il via questa mattina con i lavori per la bonifica bellica del terreno.

Un "pre-cantiere"  necessario, come sottolinea il sindaco Massimo Bosso, visto che Casalecchio durante la seconda guerra mondiale ha subito molti bombardamenti, tanto da essere ribattezzata "la Cassino del nord": oggi è infatti subito saltata fuori una scheggia (innocua) di un ordigno bellico.

L'opera di bonifica durerà circa tre-quattro mesi, poi, spiega il responsabile del coordinamento territoriale nord-est di Anas, Claudio De Lorenzo, tra la primavera e l'estate 2020 ci sarà la gara d'appalto per l'opera vera e propria. "Per gli espropri contiamo entro ottobre di fare le liquidazioni - afferma De Lorenzo - quindi partiamo col piede giusto".

I lavori

Lo stralcio nord del Nodo di Casalecchio prevede la realizzazione di due chilometri di strada, di cui 1,3 in galleria, dalla rotonda Biagi fino a San Biagio. "Entro tre anni sarà finito il cantiere - spiega Donini - subito dopo partiranno gli altri lavori. È già finanziato il secondo lotto fino a Borgonuovo per 50 milioni di euro, mentre Rfi ci ha assicurato il finanziamento di 110 milioni di euro per l'interramento anche della ferrovia", con l'eliminazione del passaggio a livello nel cuore di Casalecchio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento