Congresso Pd, a Bologna diversi circoli per Orlando

Ma Renzi vince nello storico circolo della Bolognina. In periferia il ministo della Giustizia davanti, seguito da Emiliano

Se in regione i circoli stanno consegnando una larga maggioranza alla mozione Renzi, i voti nei circoli bolognesi dei tesserati Pd mostrano qualche chance per Orlando. Nelle operazioni che si stanno svolgendo in vista del congresso democratico, gli orlandiani della città possono consolarsi con le vittorie in altri circoli cittadini.

Ad esempio al circolo Renzo Imbeni del vecchio quartiere San Vitale, la candidatura Orlando batte nettamente Renzi 54 a 17. Stessa cosa al circolo di San Donato, dove il titolare del dicastero alla Giustizia incassa 46 voti, contro i 14. 2 per Emiliano, lasciando Renzi addirittura terzo. Idem per il circolo Reno con 17 a 7, in favore di Orlando.

Controtendenza invece allo storico circolo Bolognina, dove i militanti Pd hanno scelto Matteo Renzi come segretario. L'ex-premier (e segretario uscente) ha raccolto 45 voti su un totale di 80. Andrea Orlando si ferma a 34 preferenze mentre Michele Emiliano si è fermato a un voto.

Per conoscere i risultati definitivi  si dovrà però aspettare il 2 aprile, mentre le primarie nazionali vere e proprie, per eleggere il segretario, si terranno il 30 aprile dalle ore 8 alle ore 20. Potranno partecipare alle primarie quanti si dichiareranno, all’atto della partecipazione alle primarie, elettori del PD e potranno esercitare il proprio diritto di voto versando 2 euro. Le liste per le primarie andranno presentate entro il 10 aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento