AASI: sicurezza stradale, appello alla prudenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Casabianca (AASI); da autisti soccorritori, In quanto “addetti ai lavori” ci occupiamo di emergenza urgenza quotidianamente, siamo proprio noi che arriviamo con l’ambulanza, sia volontari che dipendenti pubblici o privati, siamo noi che le centrali operative del servizio urgenza emergenza inviano per soccorre gli utenti in difficoltà, insieme ad altre figure, maglie tutte uguali della catena dei soccorsi, siamo Noi che vi aiutiamo ogni singola ora del giorno o della notte, purtroppo ne vediamo tanti casi tutti i giorni, quindi ascoltate il nostro appello: alla guida prudenza sempre, cinture di sicurezza, bambini alloggiati negli appositi seggiolini ben allacciati, caschi ben allacciati ed i social sul telefonino li controlliamo quando non siamo alla guida. Inoltre, se incrociate un mezzo di soccorso, rispettatelo!! Se è con sirena e lampeggianti accesi, accostate e dategli strada, l’autista soccorritore alla guida, dovrà condurre il mezzo secondo le condizioni del trasportato, quindi anche se vai piano con la sirena ed i lampeggianti accesi, possibilmente trasporta un politraumatizzato o un bambino con poche ore di vita dentro una termoculla, pensate che guida piano, per alleviare al minimo le sofferenze perché per ogni buca sull’asfalto, il trasportato prova le pene dell’inferno. Quindi ci appelliamo al vostro senso civico ed all’amore per la vita: alla guida prudenza sempre!!! Proprio in questi giorni sulle strada d’Italia dal Sud al Nord del paese, tanti morti sulle strade, sembra una guerra!! Noi siamo testimoni di questa immane strage quotidiana, le nostre anime e le nostre menti, molte volte vengono maltrattate dagli eventi, riporto il post di un amico e collega: “È la seconda volta, nella mia vita, che mi trovo davanti ad una delle scene più assurde e tragiche che un uomo possa vivere. Oggi non è possibile più, è un crimine portare in giro bambini non assicurati al loro seggiolino. Certe scene non si possono dimenticare ti segnano a vita. Ciao angioletto. ( cit. Fd)” Troppi uomini e donne, padri e madri, e purtroppo sempre più spesso bambini, perdono la vita in incidenti stradali, il nostro appello è “prudenza e sicurezza sempre alla guida!!!

Torna su
BolognaToday è in caricamento