Abbandono animali in estate, Enpa: "Il fenomeno ora riguarda più i gatti"

E' Giorgio Marzadori di Enpa Bologna a spiegare il fenomeno e a dare qualche indicazione di massima: "La microcippatura dei cani ha ridotto notevolmente degli abbandoni. Ma i trovatelli sono ancora molti"

Foto Enpa Bologna

Estate, vacanze, partenze. Spesso a discapito dei nostri amici animali, i quali spesso non hanno padroni degni di loro e che davanti alle difficoltà logistiche legate alle ferie estive scelgono di liberarsene: cani, gatti e non solo. Abbiamo parlato dell'argomento abbandono con Giorgio Marzadori consigliere nazionale Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) sezione Bologna, per capire l'entità di questo fenomeno purtroppo ancora attuale.

Si avvicinano le vacanze estive, un periodo in cui si fanno tante campagne anti-abbandono: davvero ci sono ancora persone che lasciano i loro animali domestici? 

Sicuramente il problema abbandono è più grave in meridione rispetto al nord italia, le varie campagne, anche del nostro Ente per la sensibilizzazione dei cittadini alla microcippatura dei cani ha ridotto notevolmente il fenomeno degli abbandoni, ma c'è ancora tanto da fare. Il Comune di Valsamoggia ha fatto ad esempio una convenzione con le nostre Guardie Zoofile che ormai da due anni controllano la popolazione canina del Comune, questo ha consentito una presenza limitatissima di cani nel canile comunale.

Voi di Enpa avete dei numeri su questo fenomeno? Dove vengono abbandonati gli animali? Sono per la maggiore cani? Quali sono le modalità di abbandono?

Difficile avere dei numeri precisi, soprattutto sui gatti. La maggior parte degli abbandoni al nord, anche per la microchippatura obbligatoria sui cani, riguarda i gatti. Non esiste una legge che obbliga i proprietari di gatti a microchipparli, ma soprattutto gran parte dei comuni anche della Provincia di Bologna non hanno un gattile o una convenzione con un gattile di zona, perciò spesso troviamo i cuccioli abbandonati a seguito di cucciolate indesiderate.

Cosa si deve fare se si vede un cane abbandonato per esempio sul ciglio dell'autostrada?

Beh innanzitutto occorre fermarsi e chiamare immediatamente le forze di polizia le quali allerteranno il canile o gattile di zona o comunque il servizio di accalappiamento. A tal proposito da tre anni la Provincia di Bologna ha attivato un servizio di soccorso ai cani e gatti incidentati, i nostri volontari Enpa vengono allertati di un cane o gatto ferito, in tutta la Provincia e vanno sul posto, con una ambulanza veterinaria, insieme ad un veterinario AUSL, l'animale viene poi condotto alla Clinica di Ozzano della università per le cure.

Dal punto di vista legale, quali sono i rischi in cui si incorre se si abbandona un cane?

I rischi sono alti perchè la normativa prevede una violazione di carattere penale.

Immaginiamo le difficoltà di qualcuno che vuole partire e non sa a chi affidare il suo animaletto: cosa può/deve fare? Qual è la situazione generale sulla possibilità di portare il proprio cane con se in albergo o in spiaggia?

Sicuramente tante cose sono cambiate negli ultimi anni, nei ristoranti, nei treni e nelle spiagge ci sono molte più possibilità che in passato, ancora un po' di difficoltà ci sono con gli alberghi, troppi ancora non ammettono i cani oppure accettano solo cani di piccola taglia.

Enpa Bologna: quanti ospiti avete? Volete fare un appello per le adozioni o per donazioni/volontari?

Enpa Bologna dopo aver gestito canili e gattili per anni, da alcuni mesi non aveva in gestione strutture che ospitano animali in quanto eravamo intenti a terminare il gattile Enpa nel Comune di Anzola Emilia. La struttura è stata ufficialmente inaugurata il 18 giugno. Tra qualche giorno termineranno anche le pratiche per le autorizzazioni e la struttura inizierà a lavorare. Sicuramente avremo bisogno di volontari tutti gli interessati potranno dare la propria disponibilità telefonando tutti i  pomeriggi dei giorni feriali al 051246646 oppure venendo direttamente nella nostra sede di via della Beverara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus : l'Università di Bologna sospende lezioni, esami e lauree

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, 7 nuovi casi: "Tutti riconducibili al focolaio lombardo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento