Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La casa è un diritto: Pensare Urbano cerca soluzioni all'emergenza abitativa\VIDEO

Il 20 settembre Istruttoria pubblica in Comune e tende simboliche nel cortile di Palazzo D'Accursio

 

"Porta una tenda o un sacco a pelo". È l'invito che gli attivisti e le attiviste di Pensare Urbano, il laboratorio per il diritto alla città nato lo scorso anno per affrontare l'emergenza abitativa, fanno a studenti, e non solo, per unirsi alla Tendata per il diritto all'abitare, un presidio nel cortile di Palazzo D'Accursio, alle 14, in concomitanza con l'Istruttoria pubblica che si terrà in Comune il 20 settembre.

Utlimo tra gli eventi promossi dal comitato, l'idea del presidio è stata lanciata durante un'assemblea in Montagnola mercoledì 4 settembre, ma è nata da una ragazza su Facebook, in uno dei gruppi in cui gli studenti cercano disperatamente una stanza. 

"Siamo stanchi di dover subire l'emergenza causata dalla mancanza di una politica abitativa e dallo strapotere dei privati e delle multinazionali come Airbnb e Booking", scrivono gli organizzatori. "È arrivato il momento di alzare la voce, dimostriamo che non vogliamo scendere a compromessi e che saremo pronti a mobilitarci ancora - continuano - fino a quando non avremo conquistato il diritto ad una casa a prezzi sostenibili, così come vuole la nostra Costituzione".
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento