Affitti impossibili, stanze e appartamenti messi all'asta: "I proprietari li danno a chi offre di più"

Un esercito di studenti universitari e di lavoratori in questo periodo sono alle prese con la ricerca della casa. Ma la missione sembra davvero impossibile: matricole discriminate, prezzi alle stelle, vere e proprie "gare" per accaparrarsi il monolocale

Slogan di protesta dei ragazzi

La stagione della caccia è ufficialmente aperta. Non allarmatevi animalisti, stiamo parlando della caccia all'alloggio. Le lezioni all'Università stanno per cominciare e sono in moltissimi a lanciare messaggi disperati e denunce: selezioni in stile casting, prezzi alle stelle, aste al rialzo improvvisate, proposte poco etiche da parte di chi è disposto a offrire cento euro in più rispetto al prezzo indicato nell'annuncio di affitto pur di aggiudicarsi un monolocale a "soli" 650 euro

Lo scenario descritto dagli utenti che utilizzano i gruppi social per cercare e offrire casa è questo. Oltre alle matricole, che sono fra le categorie più discriminate ("no matricole, no fumatori, no DAMS"), ci sono universitari, lavoratori ma anche dei genitori che cercano di dare una mano ai figli a trovare la stanza o l'appartamento giusto per la loro nuova vita da fuori sede. E qualcuno li critica perchè lo fanno al posto dei loro ragazzi: "Ormai abbastanza grandi per farlo da soli, se mi contattano mamma e papà di certo non rispondo nemmeno". 

Spazio per le polemiche insomma ce n'è parecchio, anche se i fenomeni più preoccupanti sono l'avidità di alcuni proprietari e la determinazione di alcuni aspiranti affittuari, che arrivano a forme "corrompere" offrendo cifre più alte di quelle richieste: «Mi è capitato di contattare la proprietaria di un monolocale in centro - racconta un ragazzo demoralizzato, che da settimane cerca casa senza risultati - la quale mi ha detto che dopo aver pubblicato il suo annuncio era stata letteralmente subissata dalle chiamate, circa un centinaio in un solo giorno. L'avevo richiamata per capire se alla fine lo avesse dato via e lei mi ha detto chiaramente che a quel punto lo avrebbe affittato a chi offriva di più. E da 550 euro siamo arrivati a 700. Insomma un'asta in stile Ebay». 

«Possibile poi che gli incontri per vedere le stanze diventino dei casting tipo talent show?» se lo chiede un'altra ragazza iscritta in un gruppo Facebook di annunci immobiliari che fa riferimento ad alcuni appuntamenti un po' particolari nei quali i titolari del contratto di affitto l'hanno interrogata per bene su vari fronti per capire se poteva essere la candidata giusta. E infatti poi c'è chi scrive: "So cucinare" sperando di prendere per la gola i futuri coinquilini. 

Estratto da un post: 

AFFITTI CATEGORIE ESCLUSE-2

Un po' di ironia per sdrammatizzare...

AFFITTI TENDE-2

Mercoledì al Parco della  Montagnola un'assemblea per affrontare il tema dell'emergenza abitativa. E intanto è stato fissato un appuntamento alle 18.00 del 4 settembre al Parco della Montagnola per un'assemblea organizzata da "Pensare Urbano": «Invitiamo a partecipare tutti i cittadini e le associazioni di Bologna, per confrontarci sulla situazione abitativa della città e muovere un primo passo collettivo verso l'importante appuntamento dell'istruttoria pubblica. Grazie ad una chiamata pubblica, a seguito dei grossi problemi sul fronte abitativo che stanno tutt'ora coinvolgendo la città di Bologna, e all'impegno di molte cittadine e cittadini, siamo riusciti ad ottenere attraverso una raccolta firme certificata un'istruttoria pubblica in Consiglio Comunale sul diritto all’abitare, sempre più a rischio a causa della mancanza di una regolamentazione di piattaforme turistiche come Airbnb e Booking, dello strapotere concesso ai privati nel campo della pianificazione urbana e della mancanza di una politica abitativa che metta fine ai gravi abusi subiti da studenti, lavoratori e famiglie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Scomparso nella notte, ritrovato morto in un campo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Whoopi Goldberg a Bologna: da Hollywood alle osterie del centro

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

Torna su
BolognaToday è in caricamento