Aggredito e sfregiato da una gang: 'Prima le botte all'auto, poi calci e pugni con le chiavi'

L'episodio andato in scena lungo via Emilia Levante. "Sembravano drogati, volevano trovare lo scontro"

Il ragazzo, dopo l'aggressione

Un 19enne ha denunciato di essere stato aggredito e sfregiato da cinque ragazzi di circa la stessa età, mentre era parcheggiato con l'auto in via Emilia Levante. A riportare la vicenda è l'emittente E'Tv.

L'episodio è andato in scena la notte di venerdì: Luca Collina, questo il nome del giovane, si trovava in auto in compagnia di un'amica, in attesa di partire per raggiungere degli amici per trascorrere la serata in un locale, quando apparentemente senza motivo, un gruppo di ragazzi tutti descritti come asiatici è passato vicino la sua auto, all'altezza dell'ex centro commerciale Di.ma, in via Emilia Levante.

Il 19enne quindi ha vitso uno del gruppo sperrare un pugno alla carrozzeria dell'auto. Sceso dal mezzo, il giovane avrebbe poi chiesto conto del gesto al coetaneo, che per tutta risposta gli si sarebbe avvicinato con tutto il resto del gruppo. Per la vittima, tutti quanti non aspettavano altro che attaccare briga, e avrebbero cominciato ad arrotolarsi le chiavi attorno alle mani.

Il tutto è culminato con una breve colluttazione, durante la quale però il 19enne ha avuto la peggio, con un profondo taglio alla mandibola destra, curato poi al pronto soccorso del Sant'Orsola con 13 punti di sutura. Fratturato anche il pollice del giovane, che ne avrà per trenta giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si sfoga il fratello di Luca, Davide, che sui social spiega: "E l’ennesimo caso in cui ci sono persone che girano per strada con il solo fine di arrivare allo scontro fisico, magari in netta superiorità numerica o armati. Siamo arrivati all’apice della cattiveria umana, rovinare la vita delle persone per divertimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 2 luglio: metà dei nuovi contagi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento