Irregolarità nelle ricevute fiscali, chiuso parrucchiere ad Alto Reno

Per gli esercenti comminati tre giorni di sospensione dell'attività

La Guardia di Finanza di Bologna nei giorni scorsi ha dato esecuzione a un provvedimento di sospensione dell’esercizio dell’attività, nei confronti di un negozio di parrucchiere, ubicato nel comune di Alto Reno Terme, gestito da un cittadino di nazionalità cinese.

Il provvedimento di sospensione, della durata di tre giorni, è stato emesso dalla Direzione Regionale dell’Emilia Romagna dell’Agenzia delle Entrate, a seguito della constatazione, da parte dei militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Vergato, di 4 mancate emissioni della ricevuta fiscale in tempi diversi, nell’arco di un periodo inferiore ai cinque anni.

La misura applicata rappresenta una sanzione accessoria prevista dalla normativa che sancisce l’obbligo di emissione della ricevuta o dello scontrino fiscale e che varia da un periodo minimo di 3 giorni fino ad un mese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Incidente tra Bologna e Zola: scontro scooter-Suv, morto il centauro

Torna su
BolognaToday è in caricamento