Tribunale di Bologna: la Franzoni deve risarcire l'avvocato Taormina

Annamaria Franzoni ha da sempre sostenuto che l'avvocato avrebbe offerto il suo lavoro a titolo gratuito, ma non esistono accordi che provino questa scelta: così il tribunale ha deciso a favore del penalista

Il tribunale di Bologna ha deciso ieri che Annamaria Franzoni dovrà risarcire all'avvocato Carlo Taormina gli onorari mai pagati per il lavoro di difesa svolto sull'omicidio di Cogne, avvenuto nel 2002. La cifra che la donna dovrà riconoscere al penalista è di 275 mila euro, che sommata a interessi, iva e previdenza cresce arrivando attorno ai 400 mila euro. 

La difesa della Franzoni post-Taormina (lui rinunciò al mandato nel 2007) ha sempre sostenuto che il noto penalista avrebbe offerto i suoi servizi pro-bono, ma questa intenzione non è mai stata messa nero su bianco e non c'è nulla alcuna prova di un accordo fra le parti che dimostri la volontà di un'assistenza senza compenso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

  • Coronavirus Emilia-Romagna, calo contagi e casi attivi: guarito oltre il 73% dei contagiati

Torna su
BolognaToday è in caricamento