Affittano una stanza e dopo la visita di una camerunense specificano 'no africani'

Una storia che lascia l'amaro in bocca e che è stata raccontata da un articolo di "Left". Protagonista una giovane di origini camerunensi: dopo la visita all'appartamento di Borgo Panigale che le interessava l'annuncio viene modificato

Un caso di razzismo a Bologna.  Una storia che viene raccontata dalla testata "Left" e che ha come protagonista una ragazza camerunense studentessa di economia a Modena: tutto comincia con la ricerca di una stanza in un appartamento condiviso a Bologna e un annuncio su una bacheca online. Dopo la sua visita alla casa di Borgo Panigale però l'annuncio cambia, fra virgolette viene aggiunta la frase "no africani". 

La studentessa aveva sentito al telefono una ragazza che vive insieme ad altri coinquilini nell'appartamento in questione e al telefono non era stata specificata la nazionalità: al momento della visita c'era stato un certo imbarazzo. Dopo qualche giorno, dopo essersi sentita dire che la stanza era già stata affittata ad un'altra persona e che quindi non se ne faceva nulla, ecco che l'annuncio ricompare sul sito, ma con una precisazione: l'inquilino non sarebbe potuto essere di nazionalità africana. 

Dopo aver segnalato la cosa agli amministratori del sito di annunci, la giovane camerunense ha notato che l'annuncio era stato cancellato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento