Bolognese morto in mare, è giallo: aperto un fascicolo, si cercano testimoni

La sorella di Antonio Barolo non crede ad una disgrazia. Il suo legale: "Attendiamo i risultati dell'autopsia. Non crediamo avesse nemici, ma aveva subito un furto poche ore prima della morte"

Barolo insieme alla sorella

La sorella di Antonio Barolo, il 55enne bolognese trovato senza vita nel Porto di Rimini lo scorso luglio, è certa che dietro la morte del fratello ci sia qualcosa di diverso rispetto a una semplice disgrazia. I dubbi sono tanti, resta misteriosa l'ultima notte di Barolo, cha stava trascorrendo alcuni giorni a Rimini alloggiando all'interno del suo camper. Sulla vicenda è stato aperto un fascicolo ed è attesa nelle prossime due settimane l'autopsia. 

COSA E' SUCCESSO LA NOTTE DEL 18 LUGLIO. Il 18 luglio scorso, Antonio Barolo era regolarmente in sosta con il suo camper nei pressi del porto di Rimini e dopo una serata trascorsa serenamente con un amico a San Giuliano (dove era in corso una festa del vino) sarebbe rientrato al suo mezzo. La mattina dopo una telefonata avvertiva le forze dell'ordine della presenza di un cadavere in acqua: il corpo era proprio quello di Barolo. Sulla testa una profonda ferita. 

E' l'avvocato della famiglia Barolo Davide Cesana a sottolineare quelli che sono i dubbi più grandi: "Il primo elemento che ci allontana dall'idea che si sia trattato di una caduta accidentale è il fatto che Antonio il giorno antecedente alla morte avesse sporto una denuncia ai Carabinieri di Rimini: senza alcun segno di effrazione infatti dal suo camper erano stati rubati un notebook, una televisione, una telecamera posteriore da auto e un paio di scarpe. Il secondo elemento è la ferita descritta sommariamente nel verbale della Guardia Costiera, che secondo noi non è compatibile con una caduta da fermi. I risultati dell'autopsia faranno chiarezza". 

Avvocato, quale esattamente la cronologia degli ultimi eventi che hanno interessato Barolo?

"Nella mattinata del 17 luglio Barolo va dai Carabinieri e sporge una denuncia per furto: come anticipato qualcuno era entrato nel suo camper senza forzare serrature o finestre portando via alcuni oggetti di vario valore. Il furto era avvenuto il giorno precedente, ovvero il 16 luglio. Il 18 luglio è il giorno del rinvenimento". 

Cosa aveva fatto Antonio la sera precedente e con chi era? L'amico cosa ha raccontato?

Aveva trascorso la serata in compagnia di un amico con il quale si incontrava ogni anno in vacanza. Erano andati a una festa enogastronimica a San Giuliano e poi Antonio era rientrato per conto suo. Sappiamo che l'amico è stato sentito dagli inquirenti, ma non sappiamo quale sia stato il suo racconto. E' l'unico testimone ad essere stato ascoltato a dire il vero...

E infatti la sorella del 55enne ha fatto un appello in questo senso. Ci sono novità?

Sì, abbiamo chiesto anche attraverso le telecamere della trasmissione Chi l'ha Visto ad eventuali testimoni di farsi avanti. Per ora nessuna novità, solo un dettaglio che abbiamo appreso dalla stampa locale e che racconta di alcune tracce di sangue lungo la passerella di un'imbarcazione in sosta al canale, vicino al mezzo di Barolo. 

Telecamere in zona?

Le telecamere presenti purtroppo sono rivolte dalla parte opposta e alcune riprese non si vedono perchè troppo buie. 

Ci sono altri elementi su cui state cercando di fare chiarezza? Dai racconti dei familiari, poteva l'uomo avere dei nemici?

Abbiamo chiesto i tabulati del telefono cellulare per capire quali siano state le ultime chiamate effettuate e ricevute. Il fatto di essere stato derubato potrebbe aver portato Antonio a cercare il colpevole e magari ad essere finito nei guai. No, nessun nemico. 

Cosa sapete della ferita sul capo descritta dal medico legale?

Una ferita profonda e laterale. Dagli elementi di cui disponiamo pare che sia inverosimile essersela provocata cadendo da fermo. Sembra più riconducibile a un colpo inferto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

Torna su
BolognaToday è in caricamento