Si spaccia per addetta Inps e truffa 91enne: 800 euro e dei gioielli

Le apre porta di casa e cassaforte. Una donna di 91 anni residente in via Lorenzo Costa vittima di una truffa: la 40enne si era presentata come dipendente dell'Inps

Ennesima truffa ai danni di un’anziana. Si è spacciata per un'addetta dell'Inps e ha convinto una donna di 91 anni a farla entrare in casa, mentre questa rientrava dopo aver fatto la spesa. Spiegandole di voler fare un controllo sulla pensione, si è fatta aprire una cassaforte e ha preso circa 800 euro in contanti, assegni e gioielli.

LA FUGA. La donna è poi fuggita con il malloppo facendo perdere le sue tracce. E' successo ieri in tarda mattinata a Bologna, via Lorenzo Costa, nella periferia della città. La pensionata ha avvisato subito la Polizia e ha descritto la truffatrice come italiana, sui 40 anni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

  • Coronavirus Emilia Romagna, le scuole restano chiuse? Venturi: "Ancora non si è deciso"

Torna su
BolognaToday è in caricamento