Anzola: fermano una prostituta e scoprono che è minorenne

Ha esibito un documento falso, ma i Carabinieri hanno approfondito

Ha esibito un documento d'identità romeno, ma la verità era un'altra e anche molto più triste. I Carabinieri del Nucleo Operativo di Borgo Panigale ieri notte, durante i servizi sul territorio, hanno fermato una ragazza che si stava prostituendo ad Anzola dell'Emilia. 

Quando hanno controllato il documento, che attestava che la giovane fosse una cittadina romena 18enne, hanno sospettato che fosse falso, così è stato contattato il Centro di Cooperazione Internazionale di Polizia che ha confermato la non autenticità. 

Per la ragazza è scattato l'arresto, ma il militari hanno continuato gli accertamenti presso il suo domicilio, a Vergato, dove hanno rinvenuto la sua "vera" carta di identità, scoprendo che si trattava di una cittadina ungherese 17enne che è stata affidata al PRIS - il pronto intervento che si occupa delle persone in situazione di urgenza ed emergenza sociale.

Prostituzione: schiave o per scelta, la 'mappa' del sesso a pagamento in città

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Accoltellamento sul treno: due feriti, treni in ritardo

Torna su
BolognaToday è in caricamento