App per 'Umarells', segnala i lavori in corso: "Sarà un 'TripAdvisor' dei cantieri

INTERVISTA. A idearla è stato lo stesso "scrittore e agitatore culturale" che ha coniato il termine Umarells, Danilo Masotti, che ci racconta la sua ultima trovata

E' nata un'applicazione dedicata agli "Umarells" (dal bolognese umarell, ometti, che non si stancano mai di osservare i cantieri con tanto di mani dietro la schiena!) che serve a tracciare una mappa dei cantieri in città. In tutte le città d'Italia per la precisione ed è disponibile da ieri negli per I-Phone, mentre per il sistema Android bisognerà aspettare ancora un pochino. 

A idearla è stato lo stesso "scrittore e agitatore culturale" che ha coniato il termine Umarells, Danilo Masotti, che ce la racconta così: "L'Umarells App è nata per permettere di individuare facilmente tutti i cantieri in città e poterli seguire. Funziona e viene aggiornata attraverso il monitoraggio attraverso feed di quelle pagine web delle amministrazioni pubbliche che annunciano date di inizio e fine lavori. E' stata sviluppata dal mio amico Guido Bellomo, che è un cervello in fuga: per lavoro si è trasferito a Milano e davanti ai cantieri dell'Expo ha sentito nostalgia per la sua Bologna". 

Come si chiamano gli Umarells nel resto di Italia? "Semplicemente non hanno un nome. Lo hanno solo a Bologna da quando l'ho dato io!"

Quindi, giusto per chiarire un punto che è argomento di discussione, al plurale va messa la "s"? "So che i puristi dell'italiano non sono d'accordo con questa scelta, ma in linea con le tendenze linguistiche e le contaminazioni anglofone diffuse dico si, al plurale ci va la esse". 

Dunque gli Umarells hanno l'I-Phone e lo sanno usare? "Alcuni certamente hanno ereditato da figli e nipoti degli I-Phone dismessi, molti altri usano ancora vecchi cellulari con un foglio attaccato dietro con lo scotch che riporta in numeri più utililizzati. Ma diciamo che gli Umarells non hanno età: lo si è da sempre o non lo si è. In ogni caso la tecnologia è arrivata anche a molti di loro".

E la app oltre a disegnare una mappa dei lavori attivi come si evolverà? Stiamo studiando il modo per farla diventare una sorta di 'TripAdvisor' dei cantieri, che si potranno quindi recensire e valutare".

Quanto costa? "E' gratuita"

Qual è la frase più frequente che si sente dire dagli Umarells davanti ai cantieri? "Certamente: No, ma non si fa così". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Cerca di fuggire dalla gazzella dei carabinieri con l'apecar: è ubriaco

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Incidente in via del Gomito, morto ciclista di 25 anni

  • Il figlio di Vasco Rossi oggi dice "sì": matrimonio a Crespellano per Lorenzo Rossi Sturani

Torna su
BolognaToday è in caricamento