App per 'Umarells', segnala i lavori in corso: "Sarà un 'TripAdvisor' dei cantieri

INTERVISTA. A idearla è stato lo stesso "scrittore e agitatore culturale" che ha coniato il termine Umarells, Danilo Masotti, che ci racconta la sua ultima trovata

E' nata un'applicazione dedicata agli "Umarells" (dal bolognese umarell, ometti, che non si stancano mai di osservare i cantieri con tanto di mani dietro la schiena!) che serve a tracciare una mappa dei cantieri in città. In tutte le città d'Italia per la precisione ed è disponibile da ieri negli per I-Phone, mentre per il sistema Android bisognerà aspettare ancora un pochino. 

A idearla è stato lo stesso "scrittore e agitatore culturale" che ha coniato il termine Umarells, Danilo Masotti, che ce la racconta così: "L'Umarells App è nata per permettere di individuare facilmente tutti i cantieri in città e poterli seguire. Funziona e viene aggiornata attraverso il monitoraggio attraverso feed di quelle pagine web delle amministrazioni pubbliche che annunciano date di inizio e fine lavori. E' stata sviluppata dal mio amico Guido Bellomo, che è un cervello in fuga: per lavoro si è trasferito a Milano e davanti ai cantieri dell'Expo ha sentito nostalgia per la sua Bologna". 

Come si chiamano gli Umarells nel resto di Italia? "Semplicemente non hanno un nome. Lo hanno solo a Bologna da quando l'ho dato io!"

Quindi, giusto per chiarire un punto che è argomento di discussione, al plurale va messa la "s"? "So che i puristi dell'italiano non sono d'accordo con questa scelta, ma in linea con le tendenze linguistiche e le contaminazioni anglofone diffuse dico si, al plurale ci va la esse". 

Dunque gli Umarells hanno l'I-Phone e lo sanno usare? "Alcuni certamente hanno ereditato da figli e nipoti degli I-Phone dismessi, molti altri usano ancora vecchi cellulari con un foglio attaccato dietro con lo scotch che riporta in numeri più utililizzati. Ma diciamo che gli Umarells non hanno età: lo si è da sempre o non lo si è. In ogni caso la tecnologia è arrivata anche a molti di loro".

E la app oltre a disegnare una mappa dei lavori attivi come si evolverà? Stiamo studiando il modo per farla diventare una sorta di 'TripAdvisor' dei cantieri, che si potranno quindi recensire e valutare".

Quanto costa? "E' gratuita"

Qual è la frase più frequente che si sente dire dagli Umarells davanti ai cantieri? "Certamente: No, ma non si fa così". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento