Ex Cinema e Mercato occupati: "Sindaco in crisi d'identità. Noi restiamo!"

Nonostante le ordinanze di sgombero del sindaco e l'azione legale intrapresa dai proprietari, insolventi e draghi continuano ad occupare e iniziano le loro attività

Sono già attivi sui social network, hanno fatto le pulizie e stanno organizzando i turni per dormire, i devoti a Santa Insolvenza. Oggi pomeriggio alle 15 terranno un’assemblea sulla comunicazione e sul movimento globale e alle 18 un laboratorio di spettacolo e cultura con ospite Andrea, direttamente dal Teatro Valle di Roma occupato da mesi. Questa sera alle 21 l’Arcobaleno tornerà alla sua naturale vocazione con la proiezione di  un documentario sui cinema abbandonati di Bologna: “I cinema abbandonati sono tanti. Ogni cinema è un posto che potrebbe essere ridato alla società”.

Un sindaco "un po' in crisi di identita". Così sulla loro pagina web - che intitolano 'Merola vs Merola' -, i 'Draghi Ribelli', accampati con tende e sacchi a pelo nell'ex mercato coperto, inquadrano il primo cittadino felsineo che ha deciso lo sgombero dell'area di via Clavature. "Se Merola fosse venuto all'ex mercato in questi giorni avrebbe visto che si parla molto di crisi, si parla delle nostre vite, si parla dei problemi che ogni giorno viviamo - scrivono - Avrebbe sentito storie di precarietà, di tagli alla cultura, alla scuola e all'università". La notizia dello sgombero, proseguono gli indignati bolognesi, "ci ha reso subito perplessi. Ci è venuto da interrogarci sulla schizofrenia di un sindaco che solo ventiquattro ore" prima "si era espresso nei confronti della nostra Accampata dicendo che 'non si trattava di un dramma'. D'istinto - si legge ancora - a noi Draghi Ribelli è venuto da pensare che in questo periodo di crisi generale anche il sindaco di Bologna soffra anche un po' di crisi di identità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MERCATO DI MEZZO. Contesta l’atteggiamento del sindaco “come più vicino ai valori di Lega e PDL”, ma resiste anche l’Accampata Maggiore dei  Draghi Ribelli al Mercato di Mezzo di via Clavature, occupato da giovedì e dove campeggia il cartello “Liberi dalla Lega”.  Occupata da venerdì sera, domani partiranno i laboratori alla facoltà di lettere per parlare di nuove forme di comunicazione all'interno della zona universitaria, di sciopero e del movimento statunitense. In preparazione altre due giornate “critiche”: la mobilitazione del mondo della formazione del 17 novembre e la manifestazione per la difesa dell'acqua del 26.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

Torna su
BolognaToday è in caricamento