Omicidio di Castel San Pietro: catturato l'assassino di Lanfranco Chiarini

Svolta nelle indagini sull'assassinio di Castel San Pietro: i Carabinieri avrebbero fermato il killer che la sera del 3 gennaio accoltellò l'imprenditore 76enne

L'ingresso dell'abitazione di Chiarini

Lo hanno comunicato questa mattina i Carabinieri  del Comando Provinciale di Bologna con una breve nota per la stampa: è stato catturato il killer che ha ucciso il dottor Lanfranco Chiarini, il 76enne ucciso il 4 gennaio scorso nella sua abitazione di Palesio, sulle colline tra Castel San Pietro Terme e Ozzano

I dettagli sulle indagini,  coordinate dalla Procura della Repubblica di Bologna, che hanno portato all'identificazione e alla cattura dell'assassino verranno rese note nel corso della mattinata: l'unico elemento conosciuto per il momento, è che l'uomo è di nazionalità straniera. 

Già pochi giorni dopo l'omicidio, si era scoperto che non è stato un colpo alla nuca a uccidere l'imprenditore, ma almeno 25 coltellate, come ha rivelato l'autopsia eseguita dal medico legale Donatella Fedeli. L'assassino, dopo il delitto (ce sarebbe avvenuto la sera del 3 gennaio) sarebbe fuggito con l'auto di Chiarini, una Skoda, poi ritrovata in una stradina a pochi chilometri dal luogo del delitto, con le chiavi inserite e portando via il telefono cellulare e una borsa con un migliaio di euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipitato ad Argelato: morto in ospedale il giovane pilota

  • Precipita con l'aereo, morto a 23 anni: chi era la vittima

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Al Maggiore primo intervento al mondo di asportazione di colon e fegato eseguito con robot

Torna su
BolognaToday è in caricamento