A Rioveggio riapre l'asilo: finiti i lavori di riqualificazione

Si avviano a conclusione i lavori presso lo stabile che ospita l’asilo nido comunale e la scuola dell’infanzia a Rioveggio: il primo riaprirà a gennaio, la seconda sarà ampliata in primavera

Lunedì 8 gennaio sarà una data importante per le famiglie di Monzuno e dintorni: si sono infatti conclusi i lavori presso l'asilo nido di Rioveggio “IQBAL FELICE” voluti dall'amministrazione comunale come tappa del percorso di riqualificazione e messa in sicurezza delle scuole del territorio. I locali saranno di nuovo disponibili per i piccoli frequentatori provenienti da Monzuno e comuni limitrofi, mentre bisognerà attendere ancora qualche mese per il completamento della sezione della scuola d’infanzia adiacente.

I lavori sono durati circa 9 mesi e costati complessivamente 725.000 euro: rientrano nel piano finanziato da Autostrade per l’Italia in relazione agli interventi compensativi disposti per la realizzazione della Variante di Valico. I lavori all’immobile hanno previsto un ammodernamento sia dal punto di vista antisismico che da quello del risparmio energetico: oltre all’ampliamento della scuola dell’infanzia inoltre sono stati previsti operazioni per risistemare i giardini e il parcheggio.

“Ora che anche il nido di Rioveggio è stato ristrutturato possiamo dire di aver concluso un’altra tappa del percorso di riqualificazione degli immobili scolastici che ci eravamo prefissati di realizzare” commenta il sindaco di Monzuno Marco Mastacchi.

“Nei prossimi mesi anche la nuova sezione della scuola dell'infanzia sarà disponibile per i bambini di Rioveggio, un obiettivo a cui tenevamo parecchio. E anche nelle frazioni di Vado e Monzuno ci saranno importanti novità”. In contemporanea infatti proseguono nella frazione di Vado i lavori di ricostruzione della scola dell'infanzia “Conti”: in questo caso si tratta però di un immobile completamente nuovo, ricostruito dopo aver demolito la precedente struttura che non garantiva la sicurezza da un punto di vista sismico oltre ad essere poco efficiente in termini energetico, al contrario della nuova scuola costruita in legno con l'utilizzo delle più moderne tecnologie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 2018 partiranno inoltre i lavori nella scuola primaria di Monzuno: anche in questo caso si interverrà per migliorarne l’accesso e a sicurezza in chiave antisismica. Prevista inoltre la costruzione della nuova mensa e della rampa per uscita di sicurezza del secondo piano. “A quel punto” conclude il sindaco Mastacchi “rimarrà solo l'ultimo passaggio per completare tutto il percorso: intervenire con un ampliamento dello stabile che ospita le primarie a Monzuno per ospitare anche le scuole secondarie”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

Torna su
BolognaToday è in caricamento