Avvocata con il velo islamico fuori dall'aula: 'No comment' del giudice

Sulla porta della camera di consiglio è apparso un cartello con la citazione dell'articolo 129 del codice di procedura civile che richiama al dovere di "stare a capo scoperto"

"Non rilascia dichiarazioni" il giudice della seconda sezione del Tar Giancarlo Mozzarelli, che questa mattina ha invitato una praticante a togliere il velo islamico, pena l'abbandono dell'aula.

Lo ha detto ai giornalisti presenti una segretaria, mentre sull aporta della camera di consiglio campeggia un cartello con la citazione dell'articolo 129 del codice di procedura civile che richiama per chi interviene o assiste all'udienza al dovere di "stare a capo scoperto".

La ragazza, 25 anni, invitata ad abbandonare l'aula si chiama Asmae Belfakir ed è praticante avvocato nell'ufficio legale dell'Università di Modena e Reggio Emilia. Nata nel sud del Marocco, quando aveva tre mesi è arrivata con la famiglia in provincia di Modena. Si è laureata pochi mesi fa in lingue e mercati dell'Asia dopo aver frequentato il liceo classico di Vignola. 

Sul cartello si legge: "Chi interviene o assiste all'udienza non può portare armi o bastoni e deve stare a capo scoperto e in silenzio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento