Anarchici, attentati a IBM e Agraria: tutti prosciolti

22 persone accusate di aver costituito un'associazione e di aver commesso tra il 2010 e il 2011 diversi attentati in città

Non luogo a procedere. Questa mattina il Gup Alberto Ziroldi ha prosciolto 22 persone accusate di aver costituito un'associazione a delinquere anarco-ambientalista e di aver commesso tra il 2010 e il 2011 attentati contro l'Ibm, la facoltà di Agraria e il locale Roadhouse. 

Dopo un'inchiesta durata anni, a luglio 2018 erano arrivate le richieste di rinvio a giudizio per i presunti responsabili: oltre all'accusa di associazione a delinquere, i pm avevano ipotizzato i reati di danneggiamento seguito a incendio e di fabbricazione e accensione di materiale esplodente.

Gli attentati

Il 12 dicembre del 2010 fu messo in atto un attacco incendiario al Roadhouse Grill. Il 2 marzo 2011 alcuni ordigni rudimentali erano stati piazzati nei pressi degli uffici Eni. Il 26 marzo 2011 un ordigno rudimentale colpì gli uffici Ibm Italia. Il 21 luglio 2011 ci fu l'incendio in una sede del dipartimento di Scienze degli alimenti di Agraria. Nel 2012 scattarono diverse perquisizioni e sarebbero stati rinvenuti petardi, maschere antigas e documentazioni sulle aziende colpite. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento