Sicurezza, "massima allerta" anche a Bologna dopo l'attentato a Berlino

Rafforzate le misure di vigilanza agli obiettivi maggiormente a rischi. Così reagisce il capoluogo emiliano dopo i tragici fatti di Berlino

IL PREFETTO SODANO

Vigilanza rafforzata a Bologna. Così il capoluogo emiliano reagisce al tragico attentato di ieri sera a Berlino, nel quale hanno perso la vita 12 persone e 48 sono rimaste ferite. La decisione è stata presa nella riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, convocato in mattinata e presieduto dal prefetto Ennio Mario Sodano.

"Nel corso della riunione- fa sapere la Prefettura- è stata effettuata una analisi della situazione che, pur nell'assenza di allarmi specifici per la provincia di Bologna, richiede la massima allertà": sono stati perciò "confermati gli obiettivi sensibili già individuati ed è stato deciso di rafforzare fin da subito, con il concorso di tutte le forze di polizia e delle forze armate, le misure di vigilanza agli obiettivi maggiormente a rischio".

La riunione  è stata anche l'occasione "per raccomandare il massimo coordinamento e lo scambio di informazioni costanti in maniera da incrementare il patrimonio informativo e l'attività di indagine e controllo delle forze dell'ordine", aggiungono da Palazzo Caprara. Il Comitato sottolinea "l'importanza strategica della collaborazione che enti, associazioni e singoli cittadini possono dare alle forze dell'ordine. Contributo che può essere decisivo ai fini della prevenzione e del contrasto al terrorismo".


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Non solo massaggi al centro estetico: blitz dei Carabinieri a Pianoro

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Maxi furto al bar: si finge acquirente e ruba 200mila euro di diamanti

  • Incidente sulla Statale: schianto tra auto, morta una donna

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

Torna su
BolognaToday è in caricamento