Veicoli elettrici: raddoppiano le colonnine di ricarica in città

Saranno collocate in "aree strategiche" come centri commerciali, stazioni, ospedali, ambulatori e centri sportivi

Doppio protocollo tra Comune con Enel, approvato dalla Giunta, su proposta dell'assessore alla Mobilità, Irene Priolo, per aumentare, meglio più che raddoppiare le colonnine di ricarica elettrica. Si arriverebbe a oltre 50 punti di ricarica, in grado di sostenere e incentivare il crescente numero di veicoli sostenibili in città a due e a quattro ruote.

Partner del Comue, Enel Energia e con Enel x, la societa' di Enel che realizzerà la rete. La posizione precisa è oggetto di verifiche tecniche: saranno collocate in "aree strategiche" come centri commerciali (Ipercoop, Centro Lame, Centro Navile), stazioni del Servizio ferroviario metropolitano (Corticella, Borgo Panigale, Rimesse, Veneta, Casteldebole, San Ruffillo), ospedali e ambulatori (Maggiore, Rizzoli, Sant'Orsola, Casa della Salute Navile e terme Felsinee), centri sportivi (Antistadio, campo baseball Falchi, Sterlino, Centro Pescarola e Corticella). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La mobilità elettrica presenta grandi potenzialità in termini di riduzione dell'inquinamento sia atmosferico che acustico - ricorda il Comune- e offre la possibilità di numerose applicazioni a livello cittadino, tra le quali la mobilità privata su due e quattro ruote, il trasporto pubblico, la logistica, la gestione delle flotte". Enel, dal canto suo, ha avviato un ampio programma di ricerca e di investimenti per supportarne l'affermazione e la crescita nel medio termine ideando un sistema di infrastrutture intelligenti per la ricarica dei veicoli elettrici composto da diversi modelli". Tutti sono gestiti "con le più avanzate tecnologie informatiche per il controllo e la gestione remota e in grado di rispondere alle attuali e future esigenze di una mobilità urbana evoluta e sostenibile", spiega il Comune. Il sistema è inoltre dotato di "una tecnologia in grado di garantire l'interoperabilità fra le infrastrutture di diverse aziende", aggiunge Palazzo D'Accursio: "Sarà quindi possibile ricaricare il veicolo elettrico utilizzando il contratto sottoscritto con il proprio venditore di energia elettrica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento