Avvocati d'ufficio senza paga, il Tribunale: 'In molti non emettono fattura'

Impegnati per garantire il patrocinio a spese dello Stato, diversi legali non forniscono agli uffici di via Farini le parcelle da rimborsare

L'Ufficio spese di giustizia del Tribunale di Bologna segnala che spesso i difensori d'ufficio o con patrocinio a spese dello Stato non inoltrano le fatture, motivo per cui "non si può procedere ai pagamenti".

Lo si legge in una circolare dell'Ordine degli avvocati bolognese, in cui si spiega che dal Tribunale è stato fatto sapere "che, nonostante i ripetuti solleciti, numerose richieste di emissione di fattura per i compensi professionali maturati nei procedimenti penali nei confronti di imputati irreperibili o ammessi al patrocinio dello Stato, relativi agli anni 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018, sono rimaste prive di riscontro".

Da qui l'invito dell'Ordine agli iscritti interessati a "prestare attenzione alle comunicazioni e-mail dell'Ufficio spese di giustizia" e ad "inoltrare tempestivamente le fatture richieste", senza le quali l'Ufficio stesso "non può procedere ai pagamenti". (Ama/ Dire)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

  • Medicina: si ubriaca, picchia tutti e danneggia il bar

Torna su
BolognaToday è in caricamento