Assalto esplosivo al Bancomat, condannati tre membri della banda

La corte d'Appello conferma la sentenza per tre dei quattro imputati. Il colpo nel ferrarese

Sono stati condannati dalla Corte d'Appello di Bologna tre dei quattro imputati coinvolti in una serie di assalti esplosivi ai bancomat di una nota banda di bolognesi, smantellata con l'operazione 'Luccio' nel 2011. A darne notizia è l'agenzia Ansa.

Le pene vanno da uno a quattro anni e otto mesi, mentre per uno degli imputati è stata sentenziata l'assoluzione. L'episodio per il quale si era aperto il processo riguardava un colpo fallito a Mirabello nel febbraio 2011, episodio al termine del quale uno dei banditi era rimasto gravemente ferito dalla stessa esplosione innescata dalla banda per forzare lo sportello. L'uomo fu lasciato in ospedale dai malviventi, poi fuggiti. Poi, nell'aprile successivo scattarono le manette per sette persone, tutte residenti nel bolognese e di età tra i 20 e i 40 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento