Banda larga in Emilia Romagna: internet veloce in 204 Comuni entro l’estate 2015

Così grazie ad un accordo siglato da NGI SpA e Infratel Italia per eliminare il digital divide. Con un progetto di investimento di 17 milioni di euro, Internet veloce disposizione di cittadini e imprese in 1.239 località

Arriva la banda larga in 1.239 località all’interno di ben 204 comuni dell'Emilia Romagna. Così grazie ad un accordo siglato da NGI SpA, operatore di telecomunicazioni, e Infratel Italia, la società del Gruppo Invitalia in-house al Ministero dello Sviluppo Economico. .

In seguito al bando emesso da Infratel Italia finalizzato a eliminare il digital divide da specifiche zone delle Regioni italiane e a raggiungere gli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea, NGI è stata selezionata per la realizzazione del progetto in Emilia Romagna. "In questo contesto - specifica una nota di NGI spa- , a fronte di un investimento di 17 milioni di euro, la società potrà beneficiare di circa 8,9 milioni di euro quale incentivo previsto nel Piano Nazionale Banda Larga per la realizzazione dell’infrastruttura necessaria."

Nelle aree oggetto dell’investimento sono presenti oltre 2.500 imprese e 150.000 abitazioni attualmente prive di collegamento veloce a Internet. "Grazie alla rete wireless EOLO – aggiunge ancora NGI - i cittadini e le aziende dei territori interessati all’intervento potranno godere di connessioni con velocità fino a 20 Mbit/s per rispondere alle esigenze di tipo professionale e residenziale".

 “L’accordo con Infratel permette ad EOLO, nata nel 2007 in provincia di Varese per far fronte al divario digitale, di espandere la copertura della rete in nuove regioni italiane” afferma Luca Spada, amministratore delegato di NGI “e di portare tutte le opportunità della banda larga anche nelle più remote aree del nostro Paese. Senza dimenticare che l’ampliamento della rete comporta, contestualmente, nuove opportunità di lavoro”.

Per agevolare l’informatizzazione della Pubblica Amministrazione, NGI fornirà anche una connessione gratuita a ciascun comune interessato. Il completamento del progetto è previsto per l’estate del 2015.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Imola: scontro con il camion, morto un ciclista

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento