Bibbiano, Tribunale riesame revoca arresti domiciliari per sindaco

Rimane obbligo di dimora. Ad Andrea Carletti sono contestate le ipotesi di reato di falso ideologico e abuso d'ufficio

Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, sospeso dal prefetto di Reggio Emilia e agli arresti domiciliari dallo scorso 27 giugno, segna un doppio punto nella complessa inchiesta "Angeli e Demoni" in cui è indagato.

Il tribunale della Libertà di Bologna ha infatti revocato oggi a Carletti gli arresti domiciliari, disponendo comunque suo carico l'obbligo di dimora con permanenza domiciliare alla notte (dalle 22 alle 7) nel Comune di Albinea. Solo ieri il Riesame ha infatti respinto l'appello del Pm della Procura di Reggio Emilia Valentina Salvi, che aveva chiesto per Carletti e altri indagati nuovi arresti domiciliari.

A Carletti sono contestate le ipotesi di reato di falso ideologico e abuso d'ufficio. Nell'ambito di quest'ultima accusa il pubblico ministero aveva chiesto di disporre nuovamente la detenzione domiciliare per il sindaco, in relazione alla presunta irregolarità di alcuni incarichi legali affidati. Il Tribunale bolognese del Riesame ha però ritenuto oggi l'istanza di Salvi priva del requisito della gravità indiziaria. (Cai/Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • Guidano un'auto rubata, fanno un incidente e scappano: hanno entrambi solo 14 anni

Torna su
BolognaToday è in caricamento