Molestie sessuali alla biblioteca della facoltà di Scienze Umane in via Zamboni

Vittima una giovane studentessa, che ha sporto denuncia

VIA ZAMBONI

La polizia indaga su un episodio di violenza sessuale presso la biblioteca della facoltà di Scienze Umane, in via Zamboni, ai danni di una 19enne, che ha sporto denuncia presso gli uffici della Questura. 

La giovane, studentessa all'Alma Mater, ha riferito di essersi recata il 7 aprile intorno alle ore 13 presso la biblioteca, in compagnia di due amiche. Mentre stavano studiando, un giovane di circa 30 anni, italiano e di aspetto trasandato, si è seduto accanto a loro, e dopo pochi minuti ha iniziato a masturbarsi, eiaculando sulle gambe della malcapitata.  

La vittima si è dapprima spostata e si è rivolta al molestatore chiedendogli spiegazioni a voce alta, ma lui ha reagito dandogli della pazza, poi vistosi scoperto dalle persone presenti in biblioteca, ha guadagnato l'uscita. 

La Procura sta acquisendo i filmati delle telecamere di sorveglianza installate nei locali. La studentessa ha descritto l'uomo di altezza media, corporatura esile, occhi azzurri, capelli di colore castano chiaro, codino, con al seguito uno zaino e una tracolla neri. Secondo quanto avrebbero riferito altre persone presenti sul posto, il soggetto sarebbe un frequentatore non occasionale della biblioteca. 

Potrebbe interessarti