Bimbi morti precipitati dal palazzo, la madre: 'Il babbo? Amorevole"

L'uomo non è ancora stato interrogato. Vicini e residenti sotto choc

Dopo essere stato accompagnato in questura, a quanto si apprende non sarebbe ancora stato interrogato dagli inquirenti il padre dei due ragazzini morti questa mattina a Bologna, precipitati dall'ottavo piano del palazzo in cui abitavano, in zona Barca.

È stata invece sentita la madre, non presente a casa al momento del fatto, insieme ai due figli più piccoli, che sarebbe sconvolta per l'accaduto e avrebbe parlato del marito come di un "padre amorevole". L'uomo era in casa coi due ragazzini al momento della caduta.

Alcuni vicini che abitano nel condominio, le cui dichiarazioni con ogni probabilità saranno passate al vaglio dagli inquirenti, parlano invece di una persona con reazioni "spesso fuori dagli schemi".

Un giovane condomino riferisce addirittura dell'intervento di vigili del fuoco e forze dell'ordine un anno fa perché i due bambini erano stati chiusi in bagno dal genitore. Circostanza però non confermata al momento dalla Questura. In via Quirino di Marzio, intanto, stanno terminando i rilievi della Polizia scientifica. I corpi dei due ragazzini sono stati portati via intorno alle 14.30. La famiglia non sarebbe seguita direttamente dai servizi sociali del COmune, ma riceverebbe aiuto come famiglia numerosa. (San/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • Avvelenato e lasciato nel parcheggio va in coma e muore dopo 2 giorni: fermati due coniugi

Torna su
BolognaToday è in caricamento