A Bologna l'estate durerà fino al 30 settembre: sarà green e plastic free

Fino al 5 marzo è possibile presentare le proposte per il cartellone

Fino al 5 marzo è possibile presentare le proposte per il cartellone di Bologna Estate 2020 che quest'anno  partirà il 15 maggio e si protrarrà fino al 30 settembre, con musica, spettacoli, cinema, sport.

Due gli avvisi pubblici dedicati agli operatori del terzo settore e alle imprese operanti  in ambito culturale, sportivo e di promozione del territorio: quest'anno infatti l'avviso generale e l'avviso specifico dedicato alla zona di Piazza Verdi vengono pubblicati contestualmente "così da agevolare la progettazione coordinata del cartellone nella sua completezza", fa sapere il Comune e, per quanto riguarda Bologna "l'avviso selezionerà progetti che valorizzino e accrescano l'offerta anche  fuori dal centro storico, garantendo un equilibrio fra i vari generi di produzione culturale, le iniziative sportive e di promozione del territorio".

Gli avvisi, con i requisiti e le modalità di partecipazione, le linee guida per la redazione dei progetti, le modalità di presentazione e le istruzioni per la compilazione del form di partecipazione e i criteri di valutazione delle proposte sono disponibili all'Albo Pretorio online del Comune di Bologna e sulle sezioni dedicate agli avvisi pubblici del sito del Comune di Bologna www.comune.bologna.it. 

Il cartellone estivo

Includerà anche la programmazione delle Istituzioni culturali del Comune di Bologna (Bologna Musei e Biblioteche), delle Fondazioni a cui il Comune partecipa (Teatro Comunale, Cineteca, Ert Emilia Romagna Teatro e Fondazione per l'Innovazione Urbana) e le rassegne e i festival previsti dalle molte convenzioni stipulate dal Comune di Bologna con gli operatori della città.

Per quanto riguarda invece l’area metropolitana, Bologna Estate selezionerà progetti dedicati alla narrazione e alle eccellenze del territorio che completeranno il cartellone delle proposte presentate dai Comuni e dalle Unioni di Comuni, incoraggiando le proposte di progettualità condivisa e coordinata, in un' ottica di equilibrio fra i vari generi di produzione culturale. In generale verranno tenuti in particolare considerazione i progetti capaci di creare reti di collaborazione tra diverse realtà, per la condivisione degli spazi, della programmazione  e della progettazione degli allestimenti, interagendo anche con le reti già operative sul territorio.

Piazza Verdi

Il Comune, attraverso l'avviso pubblico, intende selezionare un progetto culturale che valorizzi l'area di Piazza Verdi con una programmazione estiva continuativa che promuova principalmente la musica - al fine di valorizzare il riconoscimento di Bologna come Città Creativa della Musica UNESCO e il ruolo centrale del Teatro Comunale - prevedendo al contempo anche attività di spettacolo di vario genere e attività accessorie dedicate alla socialità da destinare preferibilmente a Largo Respighi e alle zone limitrofe.

Per partecipare occorre presentare un progetto articolato nell'arco temporale compreso tra il 15 maggio e il 30 settembre, in grado di prevedere sia la programmazione e la gestione del palco di Piazza Verdi che le attività da inserire nella zona dedicata alla socialità attorno a Largo Respighi. Gli organizzatori dovranno coordinare e presidiare tutto il calendario di appuntamenti che, come di consueto, ospiterà anche iniziative promosse direttamente dall'Amministrazione Comunale. Inoltre il progetto dovrà tenere conto delle modalità e delle tempistiche necessarie al fine di ottenere le necessarie autorizzazioni,  evidenziare le misure di sicurezza adottate per garantire il corretto svolgimento delle attività, presentare un modello di gestione che chiarisca il rapporto con i promotori delle singole iniziative, includere il piano economico e di gestione e una planimetria esplicativa della disposizione e dell'ingombro degli allestimenti.

Bologna Estate è green

In entrambi gli avvisi particolare attenzione viene posta, in questa edizione, ai principi di sostenibilità in linea con le politiche ambientali e di adattamento al cambiamenti climatici del Comune di Bologna: verranno perciò valutati positivamente i progetti che manifestano una cura particolare per gli spazi e che adottano strategie efficaci per migliorare la sostenibilità ambientale delle iniziative proposte, come l'eliminazione totale della plastica monouso e l'acquisto di materiali a basso impatto ambientale, la raccolta differenziata, la promozione di mezzi di mobilità sostenibile per raggiungere il luogo dell'evento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus: autocertificazione, ecco il nuovo modello. Scaricalo qui

  • Cornavirus Emilia-Romagna, bollettino 27 marzo: contagi +772, altri 93 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento