Bologna piace ai cinesi. Merola sulla TV della Repubblica Popolare

Non più solo l'operosa Milano e Roma. La Cina è interessata anche a Bologna, ai portici, al Medioevo, alle eccellenze e, ovviamente, alla cucina. Il servizio sulla TV nazionale di Pechino CCTV

La nostra città e il sindaco Virginio Merola in onda sulla televisione cinese in uno speciale dedicato a Bologna. Già qualche tempo fa, vi erano stati incontri fra l’Università di Bologna e quella cinese, Bologna ha partecipato all'Expò di Shangai e in città esiste anche un Collegio di Cina, che informa e orienta gli studenti cinesi che decidono di studiare all’Alma Mater.

I PUNTI DI INTERESSE PER I CINESI. Oggi i cinesi sono molto facoltosi e li vediamo girare in gruppo nelle grandi città, a Milano, evoluta e operosa, e per le belle Roma e a Firenze. Benché l’aeroporto Marconi non sia collegato direttamente con Pechino, stavolta hanno deciso di atterrare anche a Bologna, e lo hanno fatto con un servizio su CCTV (in cinese) che racconta proprio dell’interesse verso la città, i portici e gli antichi edifici, come Villa Ercolani, e del suggestivo nucleo medievale e rinascimentale. E come non parlare di cucina, dell'importante tradizione e dell'epiteto "la grassa"? Testimonial il Sindaco Virginio Merola che fa il suo spot per un territorio ricco, che ha saputo tenere unite le eccellenze dell’ industria manifatturiera con la coesione sociale. Il servizio si conclude con l'intervista ad Alberto  Masotti, ex patron de La Perla, sulla storia e l’ospitalità felsinea.

LA TV NAZIONALE DELLA CINA. La CCTV, alias China Central Television, grande rete televisiva continentale, è espressione del Governo e della propaganda della Repubblica Popolare, ma non disdegna fiction americane come C.S.I. e Lost che manda sul canale in HD. Partita nel con una sola rete nel 1958, oggi ne ha 16 in Cina, e trasmette h24 anche su satellite in inglese, spagnolo e francese. Che la Cina fosse interessata all’Italia, non è una novità. A parte le numerose aziende sul territorio nazionale, con diverse defezioni sui diritti dei lavoratori e sulla sicurezza, ormai i cinesi sono turisti, acquirenti di Alta Moda, interessati all’arte e spesso già padroni di marchi italiani. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus: autocertificazione, ecco il nuovo modello. Scaricalo qui

  • Cornavirus Emilia-Romagna, bollettino 27 marzo: contagi +772, altri 93 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento