Linea Bologna-Portomaggiore: al via l'interramento dei tratti San Vitale-Rimesse-via Larga

Il Consiglio comunale ha dato l'ok ieri agli interventi per l'ammodernamento e il potenziamento della linea ferroviaria Bologna-Portomaggiore. Perplessi i sindaci dei Comuni interessati

l Consiglio comunale ha dato l'ok ieri agli interventi infrastrutturali per l'ammodernamento e il potenziamento della linea ferroviaria Bologna-Portomaggiore.

In particolare, la tratta San Vitale-Rimesse e via Larga verrà interrata. Perplessità erano state espresse sull'intervento da parte di alcuni sindaci dei Comuni interessati: "Apprendiamo in queste ore dell'accelerazione delle procedure per arrivare ai lavori di interramento della linea Bologna-Portomaggiore nel tratto cittadino - avevavo scritto in una nota Dario Mantovani, sindaco di Molinella, Giulio Pierini, sindaco di Budrio, e Stefano Sermenghi, sindaco di Castenaso lo scorso luglio - pur comprendendo la necessità, che esiste ormai da molti anni, di superare i gravi disagi di viabilità nell'intero quartiere San Vitale, causati anche dai passaggi a livello della linea ferroviaria, segnaliamo la ricaduta negativa che i lavori avranno sulla fruibilità del servizio da parte dei cittadini residenti nei comuni attraversati dal treno della veneta".

Le zone interessate all'interramento sono i tratti urbani di Bologna tra Zanolini e Rimesse e a via Larga: "Non ci si oppone all'opera e non entriamo nel merito del dibattito sull'unico o doppio binario - aveva detto a Bologna Today il sindaco Pierini, si tratta dunque di - un problema metropolitano, gestiamolo in questo modo; visto che i disagi ci saranno facciano in modo che ci siano delle compensazioni anche sul nostro territorio".

I sindaci infatti avevano sottolineato "ancora una volta, l'approvazione, nei nostri tre consigli comunali, di una mozione critica verso quest'opera che per molto tempo impedirà agli utenti di raggiungere il centro di Bologna, costringendoli a scendere dal treno presso la stazione Roveri e - immaginiamo - a utilizzare una navetta sostitutiva fino a destinazione. Se l'iter per approvare e finanziare in modo completo e adeguato l'opera andrà avanti come sembra, chiediamo con forza che si tenga pienamente conto della dimensione e della ricaduta di carattere metropolitano di questa scelta, a partire dalla necessità di adeguati interventi di compensazione nei nostri tre comuni in termini di migliore accessibilità al servizio ferroviario".

Alla votazione di ieri, 21 favorevoli (Sindaco, Pd, AmBoVen, CentroDem), voti contrari 9 (FI, LN, GMisto), nessun astenunto. Della delibera è stata succesivamente approvata l'immediata esecutività con la medesima votazione. Il consiglio comunale ha inoltre approvato con la medesima votazione un ordine del giorno collegato alla delibera presentato dalla consigliera La Torre (Am Bo Ven) e firmato dai consiglieri Sazzini, Pieralisi, Cipriani (AmBoVen), Santi, Mazzanti, Errani, Lama (Pd), Caviano (Centro Dem)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento