Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Ztl ambientale e bonus mobilità: cosa cambia | VIDEO

In centro seconda auto residenti a pagamento; dal 2020 la svolta verde Ztl. Deroghe, incentivi e sconti bus

 

Dal 2020 la Ztl del centro storico di Bologna diventa ambientale. Significa che non basta essere residenti per avere un permesso di accesso: bisogna avere un'automobile non inquinante. Per incentivare i residenti a scegliere un'alternativa all'auto privata, questa novità sarà accompagnata da diversi bonus mobilità: chi fa la scelta sostenibile avrà diritto a un voucher - da 500, 700 o 1000 euro, erogato da Tper - da spendere a scelta tra autobus, car sharing, bike sharing o taxi.

Tutte le novità nel dettaglio

I primi a essere interessati sono gli euro 0 (diesel, benzina, Gpl e metano), poi le euro 1 nel 2021, euro 2 nel 2022, le euro 3 nel 2023, euro 4 nel 2024 ed euro 5 nel 2025. Il divieto non vale per i cittadini con reddito Isee inferiore ai 14mila euro o con contrassegno handicap.

I bonus sono biennali e saranno finanziati tramite i pagamenti del parcheggio della seconda auto di chi abita in centro, che avrà diritto soltanto a un pass per la sosta gratuita (a famiglia), e da quelli dalla terza auto in poi per chi abita fuori (prima e seconda gratis). Dopo l'estate a tutti i titolari di contrassegno interessati sarà inviata una comunicazione con tutti i dettagli. 

Oltre ai voucher, che potrà richidere anche chi rinuncia al pass auto, pur avendo auto meno impattanti dell'euro 0, il Comune potenzia gli incentivi all'uso del autobus per le famiglie con più figli tra i 14 e i 19 anni. Il secondo figlio pagherà l'abbonamento del bus a metà prezzo, mentre dal terzo in poi sarà gratis. E per gli over 70 che rimangono senza contrassegno per l’accesso alla Ztl c'è la possibilità di un abbonamento gratuito al bus per dieci anni. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento