Borgo Panigale, spaccio: giovani “pusher” in manette

"Pizzicati" due spacciatori bolognesi, tra cui un minore. Nelle loro abitazioni rinvenuti 300 grammi di "erba", accessori utili a confezionare e pesare le dosi, e 2450 euro proventi dell'attività di spaccio

Alcune perquisizioni, avvenuta nell’ambito di un servizio mirato alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno incastrato due giovani “pusher” bolognesi: un 25enne e un 17enne. Nelle abitazioni dei due spacciatori i Carabinieri hanno rinvenuto una consistente quantità di marijuana.

A casa del minorenne, uno studente pregiudicato convivente con la madre, sono stati recuperati 120 grammi di “erba”, più un modello di bilancino di quelli che utilizzano gli spacciatori, del materiale idoneo al confezionamento di “dosi” e una somma di denaro pari a 950,00 euro.

Presso l’appartamento del maggiorenne, i Carabinieri dopo una scrupolosa perquisizione hanno trovato 200 grammi di marijuana già confezionata in piccole porzioni e 1400.00 euro in contanti. Per entrambi, immediatamente arrestati, l’accusa è stata quella di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

  • Lunga giornata di voto in Regione. Boom alle urne, oltre il 70% a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento