Argelato: borse contraffatte, la Finanza sequestra laboratori e oltre mille pezzi

Se venduti, i falsi avrebbero fruttato circa 50mila euro. Denunciati i titolari di azienda

463 borse contraffatte, 155 prodotti semilavorati, 747 gioielli e applicazioni metalliche, ma anche otto macchinari per la riproduzione dei falsi. E' il materiale sequestrato dalla Guardia di Finanza, dopo un controllo a un grossista di Funo di Argelato. 

Nell'emporio erano esposte per la vendita borse riproducenti i noti “brand” Gucci, Zanellato, Pinko e Chloé. Le Fiamme gialle, dopo una prima ispezione, sono risalite ai centri di produzione situati in Sesto Fiorentino – Osmannoro. Scattata in loco la perquisizione è stato rinvenuto anche il restanter materiale, oltre ai macchinari che servivano per fabbricare i falsi.

I titolari delle imprese, tutti cittadini di origine cinese, sono stati denunciati alle Procure competenti per i reati di produzione e vendita di merci riportanti marchi contraffatti. Il valore commerciale della merce sequestrata, la cui falsità è stata riconosciuta anche dai periti delle società titolari dei marchi, ammonta ad oltre 50mila euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo: allagamenti e smottamenti, fiumi esondati e oltre 300 persone evacuate

  • Maltempo: massimi livelli di allerta a Budrio, Castel Maggiore e Malalbergo, salvata coppia

  • I Mercatini di Natale a Bologna: il calendario 2019

  • Maltempo Bologna, emesso il nuovo bollettino meteo: è ancora allerta, piogge fino a notte

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • Dipendenti infedeli colpiscono Hera, furto da mezzo milione di euro sulle bollette

Torna su
BolognaToday è in caricamento