Unibo, premiati 238 studenti “bravissimi”: per loro 1500 euro

I migliori studenti dell’anno accademico 2015/2016 premiati da Rettore. Ecco quali i requisiti di ammissione al concorso per i “bravissimi”

Sono stati premiati dal Rettore Francesco Ubertini e dalla prorettrice agli studenti Elena Trombini i 238 studenti più bravi dell’Università di Bologna per l’anno accademico 2015/2016.

Nello specifico sono 219 i premi attribuiti per concorso agli studenti che, al 30 settembre 2015, avevano ottenuto ottimi risultati accademici valutati in termini di numero di crediti acquisiti e voto medio. È stato inoltre bandito un secondo concorso per 19 riconoscimenti a studenti stranieri non comunitari che, al 30 settembre 2015, avevano ottenuto ottimi risultati accademici, valutati in termini di numero di crediti acquisiti e voto medio.

"La condizione di studente - ha detto il Rettore alle ragazze e ai ragazzi presenti - deve essere aperta al massimo verso la varietà dei saperi e verso la curiosità. Curiosità implica la dote di chi guarda non solo davanti a sé, ma anche ai lati, e dietro, di chi sa conciliare il dovere di sostenere un esame con la voglia di capire qualcosa di sempre diverso, di nuovo. Per questo penso che le studentesse e gli studenti che oggi qui vengono premiati non siano semplicemente coloro che meritano o che hanno rispettato il piano di studi. Penso invece che siano i più consapevoli del fatto che nello studio ci vuole determinazione ma anche curiosità, ci vuole metodo ma anche creatività".

L’iniziativa è giunta alla settima edizione ed è stata resa possibile grazie al finanziamento stanziato a tal fine dall'Università di Bologna pari a 300.000 euro e al contributo disposto dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna per 57.000 euro.

I requisiti di ammissione al concorso per i “bravissimi” prevedevano un numero di crediti pari al 90% del numero massimo di crediti ottenibili in relazione all’anno di iscrizione e una media ponderata dei voti superiore almeno di due punti a quella della rispettiva scuola.
Per quanto riguarda il bando per studenti stranieri “bravissimi” non è stata prevista alcuna distinzione per Scuola e, in considerazione delle difficoltà linguistiche, i requisiti di ammissione sono stati definiti in misura più favorevole rispetto al bando per i “bravissimi” italiani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

  • Medicina: si ubriaca, picchia tutti e danneggia il bar

Torna su
BolognaToday è in caricamento