Calcioscommesse, revocati i domiciliari per Beppe Signori: "Si riparte 0-0"

L'ex rossobu è libero, "non rimane niente, nessuna misura disposta a carico di Signori". Così parla il legale del campione, che rimarca: "L'auspicio ora é di poter ricominciare da 0-0"

0 a 0 palla al centro per Beppe Signori, finito al centro dell'inchiesta sulle calcioscommesse. Revocati i domiciliari, a carico dell'ex rossoblu non c'é più nessuna misura restrittiva. Lo ha confermato uscendo dalla casa di Bologna dell'ex calciatore, uno dei suoi legali, Alfonso De Amicis. "Non rimane niente - ha detto - nessuna misura disposta a carico di Signori. E' libero come lo era prima. Come lo è sempre stato".

L'avvocato ha anche assicurato ai cronisti che l'ex attaccante, coinvolto nella vicenda del calcio scommesse, non ha intenzione di parlare con la stampa: "Per stasera non lo farà". A chi gli ha domandato poi perché, ora che è di nuovo libero, Signori non esca dal suo appartamento, l'avvocato ha risposto cno una battuta: "Si vede che gli mancava casa".

Nel colloquio con lui, durato quasi due ore, De Amicis ha spiegato di aver "rifatto il punto della situazione, un po' memoriale rispetto a come sono andate le cose, l'evoluzione che hanno avuto i giornali in tutto questo tempo".

L'auspicio ora é di "poter ricominciare da 0-0. Abbiamo riletto le altre intercettazioni, abbiamo sinceramente conferma che non c'é niente", ha concluso. Poi è partito in auto insieme ad Ugo Vittori, l'investigatore assunto proprio da Signori, per far luce sulla vicenda delle scommesse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"La nostra strategia difensiva è semplicemente vincente". Così ha risposto Alfonso De Amicis, avvocato di Beppe Signori a chi gli ha domandato se ora che sono stati revocati gli arresti domiciliari per l'ex calciatore, gli avvocati cambieranno la loro strategia. Ha spiegato il legale, la strategia "allo stato attuale trova un riscontro nel fatto che la Procura stessa torna sui suoi passi a 13 giorni di distanza dalla misura cautelare disposta. Questo è il punto", ha aggiunto. Poi ha detto: "Siamo contenti. Adesso vediamo di risolvere".
 

(ANSA)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

Torna su
BolognaToday è in caricamento