Calcioscommesse, 4 ore di interrogatorio per Signori. Beppegol “collaborativo ma estraneo ai fatti”

Beppe Signori sentito a Bologna per lo scandalo sul calcio scommesse. All'uscita della Procura nessuna dichiarazione. I legali: "Ha risposto volontariamente a tutte le domande"

Interrogatorio fiume a Bologna per l’ex bomber di Lazio e Bologna Beppe Signori: iniziato intorno alle 13 e finito alle 17 circa l'interrogatorio per l’inchiesta delle calcio-scommesse avvenuto negli uffici dell'avvocato Paco D'Onofrio, legale del calciatore, che dichiara: “Nell’audizione ha personalmente e volontariamente risposto ad ogni domanda della Procura Federale con spiccato spirito collaborativo apprezzato dagli stessi investigatori’’.

NESSUNA NOVITA'. Signori ha ben dribblato i giornalisti che lo aspettavano fuori dallo studio in cui gli uomini del pool di Stefano Palazzi hanno effettuato l’interrogatorio fiume, lasciando i commenti agli avvocati: “E’ andato bene. Non e’ emerso alcun elemento di novità sostanziale poichè l’estraneità ai fatti illeciti e’ gia’ ormai emersa con chiarezza da tempo’”. Poi dritto in auto accompagnato dall’investigatore privato Ugo Vittori.

LE INDAGINI. Dopo Signori e Marco Pirani calendario fitto di interrogatori: fra i nomi anche Gianfranco Parlato, Sergio Pellissier, Cristiano Doni, Tomas Locatelli e Fabio Galante.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

  • Incidente a Monte San Pietro, malore alla guida: automobilista si schianta e muore

Torna su
BolognaToday è in caricamento