Call Center Cup2000, revocato il bando di appalto

La gara di esternalizzazione del centralino della società partecipata pubblica che si occupa di gestire le prenotazioni per esami ospedalieri

Passo indietro delle Aziende sanitarie di Bologna: salta il bando di gara per la gestione del call center dedicato alle prestazioni in libera professione, in attesa di capire se potrà occuparsene la società Cup2000.

La svolta arriva dopo che il caso era stato segnalato nei giorni scorsi dalla Cisl e dalla sigla di categoria Fisascat, che avevano segnalato come la pubblicazione della gara fosse in contraddizione con gli impegni assunti per la valorizzazione del Cup.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A questo punto, "le Aziende sanitarie bolognesi revocano il bando di gara per l'aggiudicazione del servizio di call center per le prestazioni in libera professione- recita una breve nota diffusa dall'Ausl- come richiesto dal livello regionale". Decisione presa "in attesa dell'approfondimento attualmente in corso- continua la nota- delle concrete potenzialita' di realizzazione di tale servizio da parte di Cup2000".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • A1 Bologna-Firenze: chiuso tratto "Panoramica" tra Aglio e Roncobilaccio

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus, aggiornamento della Regione: + 980 positivi in Emilia-Romagna, 4 nuovi decessi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento